BOLOGNA: 45° assemblea ordinaria dei soci BCC Emilia Romagna

BOLOGNA: 45° assemblea ordinaria dei soci BCC Emilia Romagna

Tempo di bilanci per la Federazione BCC dell'Emilia Romagna che, nell'ambito della 45° Assemblea ordinaria dei soci a Bologna, ha illustrato quella che è l'attuale situazione fatta di luci e ombre delle Banche di Credito Cooperativo dell'Emilia Romagna."Numeri relativamente positivi tenuto conto del momento che si sta attraversando - spiega il presidente Giulio Magagni - Il bilancio consolidato delle banche dell'Emilia Romagna è quest'anno positivo. Abbiamo mantenuto le posizioni dal punto di vista degli impieghi e dei depositi, ma continuano a crescere i segnali di sofferenza. Nell'ultimo anno le banche sono riuscite ad effettuare coperture molto importanti e sono in sicurezza da questo punto di vista. Tuttavia, se la guardiamo dal punto di vista regionale, la situazione lascia abbastanza perplessi".All'orizzonte si delinea però la riforma del credito cooperativo che, come afferma il direttore generale della Federazione Daniele Quadrelli, "è necessaria in quanto le banche oggi si trovano in una situazione di radicale cambiamento dettato anche dall'Europa: modalità diverse per affrontare le crisi, necessità di maggiori e migliori capitalizzazioni. Tutto questo richiede uno sforzo molto forte di coesione e coagulo". La riforma, che entrerà in vigore a settembre, permetterà a ciascuna BCC di rimanere tale pur integrandosi in un sistema e aderendo ad un gruppo bancario cooperativo.


Condivi la puntata: