Altro

Thumbnail BASEBALL: San Marino comanda la classifica, Fortitudo all'inseguimento

BASEBALL: San Marino comanda la classifica, Fortitudo all'inseguimento

SPORT - San Marino e Bologna, sempre loro: le grandi rivali del baseball nazionale non hanno marcato visita in questa prima parte della stagione 2024 e hanno già impresso il loro marchio nel girone più difficile del massimo campionato, quello comandato dai titani con un ruolino di marcia di tutto rispetto, fatto di 12 vittorie e appena tre sconfitte incassate. In questo senso si presentava particolarmente insidioso l'ultimo turno, quello contro un Parma che era riuscito a rimanere a ruota della capolista: di tutta risposta la squadra di Doriano Bindi ha prima espugnato il campo dei ducali con un successo striminzito per 1-0, quello che poi è stato confermato anche nella gara-2 disputatasi sul diamante di Serravalle e conclusasi sul 13-2. San Marino ha poi risolto anche la terza sfida grazie a un singolo di Ferrini che ha portato a casa Pieternella e Angulo per siglare il 2-1 conclusivo. Staccata di due incontri c'è poi Bologna che nella tripla sfida ospitata a Macerata ha rimediato alla sconfitta del primo match strappando due soffertissime vittorie, 1-0 in gara-2 e 5-4 in una gara-3 prima comandata sul 5-0 e poi messa a repentaglio nel nono inning quando i marchigiani accorciano di quattro lunghezze senza però completare la rimonta. I felsinei hanno così guadagnato una vittoria di vantaggio su Parma: un piccolo margine che dovrà essere incrementato nella seconda parte della regular season.

Thumbnail ROMAGNA: Indagine sull’informazione, la tv rimane al primo posto

ROMAGNA: Indagine sull’informazione, la tv rimane al primo posto

La Camera di commercio della Romagna ha presentato i risultati della prima rilevazione dell’Osservatorio sul rapporto tra romagnoli e l’informazione. L’indagine, affidata all’Istituto Piepoli, è stata realizzata con interviste a un campione rappresentativo della popolazione residente nelle province di Forlì-Cesena e Rimini, femmine e maschi dai 18 anni in su, segmentato per sesso, età e provincia di residenza. I romagnoli si informano regolarmente e l’84% dichiara di farlo tutti i giorni, percentuale molto più alta della media nazionale. La percentuale sale all’87% per le donne, mentre per gli uomini è l’81%. I canali tradizionali (TV e giornali), sono quelli consultati principalmente per reperire le informazioni nel 44% dei casi mentre il 39% dichiara di consultare allo stesso modo i canali tradizionali e digitali. Le informazioni e le notizie divulgate sui media tradizionali sono ritenute più corrette e attendibili dal 65% degli intervistati.  La principale fonte informativa è ancora la TV, con il 77% delle preferenze. Internet è al secondo posto con il 35%, giornali e riviste sono al 26%, le radio al 7% e il passaparola di parenti o amici al 4%. Per quanto riguarda le fonti online, la metà degli intervistati usa i motori di ricerca per reperire informazioni e notizie, mentre il 41% lo fa attraverso i social media, con una netta differenza tra donne (34%) e uomini (50%). Chi usa i social media per la ricerca di notizie e informazioni preferisce Facebook, usato dal 65%, prevalentemente nella fascia di età 35-44 anni e più dalle donne che dagli uomini. Rispetto alla disinformazione, il 50% degli intervistati non ha mai creduto a una fake news e il 47% ritiene che siano più presenti sui canali digitali. L’intelligenza artificiale è conosciuta, almeno per sentito dire, per l’85% dei partecipanti, ma solo il 17% pensa che migliorerà la qualità dell’informazione mentre il 47% ritiene che potrebbe peggiorarla e il 36% che non avrà nessun effetto in termini di qualità.

Thumbnail RIMINI: Torna Santarcangelo Festival, l'arte riflette sul mondo di oggi | VIDEO

RIMINI: Torna Santarcangelo Festival, l'arte riflette sul mondo di oggi | VIDEO

Con oltre 170 appuntamenti in programma e trenta compagnie da tutto il mondo, torna dal 5 al 14 luglio Santarcangelo Festival, la rassegna diffusa e multidisciplinare tra le più importanti del Paese, al teatro contemporaneo, alla danza e alle arti performative Più di 30 compagnie italiane e internazionali, oltre 170 appuntamenti, fra spettacoli, talk, workshop e djset e 10 giorni per trasformare, per la 54esima volta, un borgo medievale fra Rimini e Forlì-Cesena nel cuore pulsante di un dialogo necessario tra arte e realtà sociale. Torna dal 5 al 14 luglio Santarcangelo Festival, la rassegna diffusa e multidisciplinare tra le più importanti del Paese, dedicata al teatro contemporaneo, alla danza e alle arti performative. Tanti gli appuntamenti da non perdere, con rave, cerimonie funebri e pratiche decoloniali tra le ritualità che creano uno spazio comune al centro delle mediazioni artistiche proposte quest'anno. “While we are here”, mentre siamo qui, invece, il titolo scelto per la 54esima edizione, preso in prestito da uno dei lavori che saranno presentati al festival, firmato dall'artista belga Lisa Vereertbrugghen, “Nel suo spettacolo Lisa lavora sul concetto di comunità e di come questa si può creare tramite la danza -spiega Tomasz Kirenczuk, direttore artistico al terzo anno da curatore, da poco riconfermato fino al 2026-. Ci ha influenzato molto nel modo di pensare di questo festival, molti artisti e artiste si concentrano molto sul dove siamo e come viviamo questo momento in cui siamo insieme. Fuori dal festival succedono molte cose, anche molto violente, e non possiamo dimenticarcene. Allora la domanda è: cosa succede mentre siamo qui ad assistere uno spettacolo e cosa succede al di fuori di questa esperienza”.


TUTTE LE NOTIZIE