16 NOVEMBRE 2023

09:29

NOTIZIA DI SPORT

DI

669 visualizzazioni


16 NOVEMBRE 2023 - 09:29


NOTIZIA DI SPORT

DI

669 visualizzazioni



VOLLEY: Il Pala de Andrè resta tabù per la Consar, Porto Viro fa bottino pieno

La serata che non ti aspetti. La partita che non pensavi di rivedere. In difficoltà in attacco, poco incisiva nella correlazione muro-difesa, prevedibile nelle soluzioni di gioco, la Consar frana ancora al Pala de Andrè nel recupero della prima giornata del campionato di A2 al cospetto di una Delta Group molto lucida, incisiva in attacco (come dimostra il 58% complessivo) e che sbaglia pochissimo, con il talentuoso Barotto Mvp con 20 punti, con 3 ace. Dopo i due successi nella scorsa stagione, Porto Viro si concede il tris con Ravenna imponendosi per 3-0 in un match realmente in equilibrio solo nel secondo set e conquistando la terza vittoria consecutiva che li proietta al quinto posto.
I sestetti I due coach affrontano questo recupero con un cambio nel sestetto rispetto a quelli che hanno iniziato l’ultima partita. Bonitta lancia Falardeau, ben disimpegnatosi a Ortona, in attacco con Orioli e ripropone Mancini-Bovolenta, al centro Mengozzi-Bartolucci e Goi libero. Morato, coach del Delta Group, schiera Garnica-Barotto, i centrali Zamagni-Sperandio, che rileva Eccher, e gli schiacciatori Tiozzo e Sette con Morgese libero.
La cronaca della partita Il primo strappo della Delta Group è quello che di fatto orienta il primo set. Tiozzo e un muro di Sperandio determinano il +3 (4-7) e due errori ravennati sanciscono il +5 (7-12). Barotto comincia a farsi sentitre (un ace questa volta) e trascina i suoi al +7 (7-14). Bovolenta, Falardeau (con un ace) e Orioli rianimano la Consar, che rosicchia tre punti (10-14). Mancini estrae l’ace del -3 (14-17) ma il tentativo di rimonta si ferma qui perché la Delta ritrova continuità e conquista il primo set con il settimo punto di Barotto.
Bovolenta subito protagonista nel secondo set in cui sigla i primi due punti. Porto Viro pareggia i conti e si apre una lunga fase di cambi palla fino al 14 pari. Qui la Delta Group trova due punti di fila per un mini allungo, stoppato da Orioli (15-16). Altra fase punto a punto, con la Consar che però non riesce a chiudere quel minimo svantaggio. L’inseguimento della Consar si perfeziona sull’ace di Orioli che firma il 23 pari. Poi il solito Barotto e Zamagni a muro danno il 2-0 alla squadra veneta.
Sulle ali dell’entusiasmo il sestetto rodigino spinge sull’acceleratore nel terzo set, piazzando un micidiale 5-0 su una Consar avvilita e bloccata, nel cui starting six ci sono Panciocco e Russo. Bartolucci spezza la serie avversaria e dà la carica alla Consar che pian piano risale la china: due punti di Bovolenta e un attacco di Panciocco fanno risalire Ravenna a -2 (9-11) riaprendo il set. Ci pensa Barotto a spegnere le ultime speranze ravennati: tre punti dell’opposto e un errore ripristinano il +5 (10-15). Bonitta lancia nella mischia Arasomwan e richiama Mancini ma la Delta Group non molla le redini della gara. Finisce 3-0 e la Consar resta a rimuginare su un’altra prestazione casalinga non all’altezza.
Il commento del vice coach A parlare nel dopo partita è il vice Saverio Di Lascio. "Stiamo palesando un problema di continuità nel gioco. A Ortona avevamo avuto buone risposte, perché l’attacco era tornato a buoni livelli, ma questa sera, come contro Brescia, siamo andati in difficoltà in attacco, loro hanno difeso tanto, ci hanno toccato tanto a muro e noi siamo stati un po’ distratti nel muro-difesa. Qui è stata la differenza. Abbiamo fatto un passo indietro. Non ce l’aspettavamo ma fa parte di un processo di crescita della squadra che è comunque giovane e ha bisogno di acquisire esperienze".




ALTRE NOTIZIE DI SPORT

CALCIO: Bologna-Monza 0-0, Motta, “c’è mancato il gol”

Frena il Bologna nella volata per la Champions: i rossoblu non vanno oltre lo 0-0 nella sfida con il Monza. La squadra di Thiago Motta non approfitta del pareggio della Juve contro il Torino. Il Bologna cerca la via del gol soprattutto con Orsolini e Ferguson ma Di Gregorio si fa trovare sempre pronto. La squadra di Palladino si rende pericolosa con una semi rovesciata di Colpani terminata sul fondo. Ma il risultato resta inchiodato sullo 0-0. (ANSA). Thiago Motta infastidito: dal pareggio che rallenta la corsa per il quarto posto e porge il fianco al ritorno della Roma, e dall'atteggiamento del Monza di Palladino: "Il Bologna ha provato a vincere per tutta la partita ma davanti ha trovato una squadra che si è difesa bene e ha perso tanto tempo. Ogni tanto ho la sensazione che il calcio italiano faccia passi indietro anziché avanti". Questa la stilettata al collega del tecnico rossoblù che elogia i suoi: "Abbiamo messo in campo un'ottima prestazione, creando occasioni e non lasciando ripartenze al Monza. La palla non è entrata ma rispetto a Frosinone oggi abbiamo giocato molto meglio. Mi chiedete perché ho fatto solo una sostituzione? Perché la squadra stava bene, non vedevo nulla da toccare, ci è mancato solo il gol". Arriva poi la risposta di Raffaele Palladino: "Non condivido la polemica di Motta. I ragazzi hanno fatto una gara straordinaria. Durante la settimana lavoriamo tanto proponendo principi di gioco chiari. A me piace avere possesso palla, oggi talvolta non è accaduto anche per merito degli avversari. La direzione del calcio moderno è chiara, coinvolgere il portiere e costruire dal basso è una priorità. Arbitraggio favorevole alla squadra che voleva giocare meno? Sono amico di Thiago, ma non condivido. Potevamo perdere, ma non dimentichiamo che potevamo anche vincere, con Colpani. Ai ragazzi avevo promesso una cena in caso di risultato positivo: felice di pagarla, dopo la grande reazione seguita al ko con il Napoli"