23 MARZO 2024

09:51

NOTIZIA DI SPORT

DI

144 visualizzazioni


23 MARZO 2024 - 09:51


NOTIZIA DI SPORT

DI

144 visualizzazioni



IPPICA: Gentleman driver e amazzoni in festa domenica all'Arcoveggio | VIDEO

Dopo la pronosticata vittoria dello svedese Output Pressure guidato dal veterano Roberto Vecchione che, come vediamo nelle immagini, giovedì scorso ha battuto la giovanissima Sara Mangoni con Corsa del Nord nella corsa Tris/Quarté/Quinté, l'Ippodromo Arcoveggio di Bologna si veste a festa domenica 24 marzo per la finale del Campionato Italiano Gentleman e Amazzoni. Saranno a confronto gli undici vincitori dei campionati dei raggruppamenti regionali Federnat. Dopo le prime due corse che si sono svolte nella giornata di sabato a Padova, domenica a Bologna ci saranno le altre due corse che saranno decisive per l'assegnazione (slittata dal novembre scorso) dello scudetto tricolore 2023, edizione numero 73. Il campione 2022, il marchigiano Mirko Marini, non sarà in pista poiché la sua regione sarà rappresentata da Leonardo Vastano. Per l'Emilia-Romagna ci sarà il bolognese Matteo Zaccherini che attualmente è in testa nella classifica 2024 con 16 vittorie su 40 corse disputate. Nel pomeriggio di corse, che inizierà alle 14.35, ci sarà anche un gemellaggio tra ippica e ciclismo con la presentazione dei libri: '1953-2023. Il Mondiale ha settant'anni', 'Fausto Coppi campione del mondo' e 'Ciclocross tricolore. La storia dei campionati italiani. Volare nel fango'. Il ricavato della vendita andrà alla Casa dei risvegli Luca De Nigris. L'ingresso all'Arcoveggio è gratuito fino ai 18 anni, costa 50 centesimi per i maggiorenni.




ALTRE NOTIZIE DI SPORT

CALCIO: Il Cesena Femminile prosegue la propria corsa, Chievo ko sul 4-3

Un'altra vittoria per il Cesena Femminile, la 20esima su 25 partite disputate per una squadra che sta marciando a medie del tutto simili a quelle collezionate dai colleghi bianconeri nel campionato di serie C stravinto dagli uomini di Toscano. Peccato però che nella serie B femminile ci sono due rivali che stanno facendo addirittura meglio e un'altra che invece ha mantenuto lo stesso passo delle romagnole, che pure hanno dovuto faticare per venire a capo dell'ostacolo rappresentato dal Chievo. Apre le marcature la solita Milan al 7', approfittando dell'assist di Tamborini ma le scaligere non ci stanno e nel giro di sei minuti ribaltano il match trovando prima il pari sull'asse Landa-Begal al 12' e poi passando a condurre grazie alla rete realizzata sottomisura da Picchi. Il settimo minuto di gioco è però foriero di soddisfazioni anche nella ripresa quando Tamborini sigla il punto del 2-2, poi è Milan a divorarsi una grande occasione spedendo sul fondo il suo colpo di testa. Poco male per il Cesena perché al 66' e la stessa Milan a propiziare il nuovo vantaggio firmato da Jansen, mentre sei minuti più tardi Lonati si conquista un rigore che Tamborini trasforma spiazzando Soggiu. Solo in pieno recupero arriva il punto del 4-3 a firma Picchi ma il Cesena riesce comunque a fare suoi i tre punti che valgono il mantenimento del terzo posto in classifica.