28 OTTOBRE 2023

10:20

NOTIZIA DI SPORT

DI

1145 visualizzazioni


28 OTTOBRE 2023 - 10:20


NOTIZIA DI SPORT

DI

1145 visualizzazioni



IPPICA: La domenica all'Ippodromo dell'Arcoveggio | VIDEO

Il mese di ottobre chiude all'Ippodromo Arcoveggio di Bologna nel pomeriggio di domenica 29 all’insegna dello spettacolo e della tecnica. Dalle 14.25 andranno in scena sette sfide, tutte caratterizzate da un elevato numero di partecipanti tra le quali campeggia la sesta corsa che vedrà otto cavalli di cinque e sei anni pronti a sfidarsi in un miglio che si preannuncia molto equilibrato. La corsa a maggior dotazione del pomeriggio, Premio Lions Club Bologna San Petronio, presenta tutti cavalli con buone possibilità di successo; il pronostico è incerto, ma potrebbe premiare, nonostante uno scomodo numero sei di avvio, le ambizioni di Christofer Jet, allievo del team Gocciadoro guidato da Manuel Pistone, che vediamo vincere a Cesena col numero 8 il 2 settembre scorso guidato da Alessandro Gocciadoro, mentre tra gli avversari con maggior chance sembrano Costante Jet, guidato da Antonio Di Nardo, e Charmes dei Greppi. Il pomeriggio si aprirà in compagnia di  otto cavalli di cinque anni e oltre impegnati sui due giri di pista, mentre i gentleman driver saranno in pista alla terza corsa nel Premio Lions We Serve - Trofeo Croce Rossa Italiana. In chiusura, alle 17, saranno ancora in scena i cavalli di quattro anni in uno schema ad handicap sul doppio chilometro nel quale i più attesi saranno Dutgnuf Jet e Doki Doki (in partenza dal primo nastro), Don Toni Jet e Doritos Bi  al via dal secondo schieramento. L'ingresso all'Ippodromo Arcoveggio è libero a tutti. Prossime giornate di corse mercoledì 1, giovedì 2 e sabato 4 novembre.




ALTRE NOTIZIE DI SPORT

CALCIO: Bologna, Gosens e Holm vicini, casting per il dopo Zirzkee | VIDEO

Un restyling vista Champions sotto le Due Torri. A pochi giorni dall’apertura ufficiale delle trattative si infiammano le trame di mercato in casa Bologna, con il Ds Sartori impegnato nelle ricerca degli innesti giusti da consegnare a mister Italiano. A partire dalla difesa, dove si avvicinano i due nomi scelti per rinforzare le corsie laterali: Robin Gosens ed Emil Holm. Per l’ex Inter la distanza tra i felsinei e l’Union Berlino si è assottigliata, dopo l’iniziale richiesta dei tedeschi di 10 mln e il no al prestito con diritto di riscatto proposto dai rossoblù. A 8 mln si può chiudere, con buona pace del Benfica, altra pretendente dell’ex atalantino. Chi invece non è stato riscattato dagli orobici è Emil Holm, per cui il Bologna deve guardarsi alle spalle dalla Juventus, interessata a prendere lo svedese e poi lasciarlo un anno al Genoa in prestito. Lunedì Di Vaio e Fenucci incontreranno lo Spezia per dare un’accelerata all’affare, che dovrebbe definirsi intorno 2 mln di prestito più 6 di riscatto. Sfuma invece un altro obiettivo per il reparto arretrato, il francese Lilian Brassier del Brest, promesso sposo del Marsiglia di Roberto De Zerbi. L’alternativa resta il croato Pongracic del Lecce. Sul fronte offensivo molto dipenderà dal destino di Zirzkee, per cui il Milan si è mosso da tempo (trovando l’accordo su clausola e contratto) scontrandosi però con le commissioni richieste dall’agente Kia Joorabchian. Nell’ultime ore pare che anche il Manchester United abbia effettuato un sondaggio per l’olandese, da cui il Bologna incasserebbe 24 mln (16 destinati al Bayern per la percentuale di rivendita). Soldi che i rossoblù investirebbero su un nuovo centravanti, che potrebbe parlare i greco. I preferiti sono infatti Vangelis Pavlidis dell’AZ Alkmaar (che però dal Portogallo assicurano a un passo dal Benfica) e Fotis Ioannidis del Panathinaikos. Nonostante la concorrenza di un’altra portoghese, lo Sporting (per il dopo Gyökeres), il Bologna fa sul serio, mettendo sul piatto un cifra oltre i 20 mln di euro (18 + bonus). Se l’affare dovesse andare in porto sarebbe l’acquisto più caro della storia rossoblù. Per un Bologna formato Champions.