23 APRILE 2016

10:34

NOTIZIA DI SPORT

DI

893 visualizzazioni


23 APRILE 2016 - 10:34


NOTIZIA DI SPORT

DI

893 visualizzazioni



NUOTO: Assoluti di Riccione, brilla la staffetta 4x100 mista con Sabbioni e Scozzoli

È terminata senza medaglie individuali per gli atleti romagnoli la terza giornata dei campionati italiani in corso a Riccione: le soddisfazioni più importanti sono però arrivate dalla staffetta dove Simone Sabbioni e Fabio Scozzoli hanno dato spettacolo, trascinando la 4x100 mista dell'Esercito al trionfo e ritoccando il record italiano di società grazie al tempo di 3'35''11. Sabbioni ha nuotato la prima frazione in dorso col tempo di 54'', subito seguito da Scozzoli che nei 100 rana ha fermato il cronometro in un minuto netto e 7 centesimi, riuscendo ad avere la meglio anche del rivale di sempre Toniato. A chiudere i conti con gli inseguitori ci hanno poi pensato Piero Codia, nei 100 rana, col tempo di 50’’97 e Nicolangelo Di Fabio che nei 100 stile libero ha chiuso in 50’’07.




ALTRE NOTIZIE DI SPORT

CALCIO: È ancora Rimini re di coppa nel derby, Cesena ko sullo 0-2

Esulta il Rimini nel derby di Cesena valido per gli ottavi di finale di Coppa Italia di serie C: i bianconeri vanno ko sullo 0-2 trafitti da un gol per tempo, quelli messi a segno da Iacoponi al 9' e da Lamesta all'86'. Squadre che si presentano con formazioni rivoluzionate rispetto al campionato, soprattutto il Cesena che cambia integralmente la formazione vista in azione nell'ultima giornata di campionato a Pescara. Sono così gli ospiti a trovare la via del gol nella loro prima incursione: Iacoponi vince una carambola con Piacentini, si presenta dalle parti di Siano e lo batte imparabilmente. Il Cesena reagisce sfiorando il pareggio al 18' col diagonale in out di Berti e poi segnando, ma a gioco fermo, con Ogunseye pescato in posizione irregolare quattro minuti più tardi. Al 33' sono poi i padroni di casa a reclamare un rigore sul contatto molto sospetto tra Rosini e Pierozzi, per l'arbitro Sfira non ci sono però i presupposti per concedere la massima punizione. La ripresa si apre con la grande chance costruita dal Rimini per il raddoppio ma Ubaldi se la divora calciando a lato. Il Cesena fatica ma sfiora il pareggio al 76' con Chiarello che calcia addosso a Colombi da posizione più che favorevole e allora i biancorossi mandano i titoli di coda anticipati grazie al contropiede di Lamesta che a quattro minuti dal termine si presenta davanti a Siano e lo batte con un tocco sul secondo palo, per la gioia degli oltre 850 sostenitori ospiti presenti all'Orogel Stadium. Il Rimini conquista così la qualificazione ai quarti di finale prolungando la strepitosa striscia di sei vittorie e due pareggi collezionata dopo il ko col Pontedera al debutto della gestione Troise.