12 MARZO 2016

17:38

NOTIZIA DI SPORT

DI

735 visualizzazioni


12 MARZO 2016 - 17:38


NOTIZIA DI SPORT

DI

735 visualizzazioni



BASKET: Big match OraSì - Fortitudo, in palio punti play-off

Il Pala De Andrè è stato tirato a lucido per l'imminente incontro tra i padroni di casa dell'OraSì Ravenna e l'Eternedile Fortitudo Bologna. Il match del Girone Est di A2 mette in palio punti pesanti per l'accesso ai play-off di categoria e coach Antimo Martino sa bene il valore di questa sfida che "rappresenta un vero e proprio evento per la nostra società e per la città di Ravenna, considerati il blasone e la storia della Fortitudo. Da parte nostra dobbiamo essere bravi a mantenere la concentrazione su ciò che compete al campo, dove giocheremo una delle ultime sei partite di questa stagione regolare: dentro di noi c'è grande voglia di riscattare l'opaca prestazione di due settimane fa a Chieti e di giocare al meglio contro una Fortitudo ben allenata, in caccia di due punti importanti in ottica playoff e forte di una tifoseria che può essere definita unica nella pallacanestro italiana. Sono convinto che la nostra squadra e la piazza di Ravenna sapranno essere all'altezza di questo appuntamento". In classifica entrambe le formazioni militano a 26 punti al quarto posto a parimeito con Treviglio, Trieste e Verona. Vista l'importanza della gara, è stato reso noto che le biglietterie rimarranno aperte anche nel pre gara, con circa 1000 tagliandi venduti in prevendita, di cui 750 per i tifosi ospiti. Appuntamento domenica alle ore 18.00.




ALTRE NOTIZIE DI SPORT

CALCIO: È ancora Rimini re di coppa nel derby, Cesena ko sullo 0-2

Esulta il Rimini nel derby di Cesena valido per gli ottavi di finale di Coppa Italia di serie C: i bianconeri vanno ko sullo 0-2 trafitti da un gol per tempo, quelli messi a segno da Iacoponi al 9' e da Lamesta all'86'. Squadre che si presentano con formazioni rivoluzionate rispetto al campionato, soprattutto il Cesena che cambia integralmente la formazione vista in azione nell'ultima giornata di campionato a Pescara. Sono così gli ospiti a trovare la via del gol nella loro prima incursione: Iacoponi vince una carambola con Piacentini, si presenta dalle parti di Siano e lo batte imparabilmente. Il Cesena reagisce sfiorando il pareggio al 18' col diagonale in out di Berti e poi segnando, ma a gioco fermo, con Ogunseye pescato in posizione irregolare quattro minuti più tardi. Al 33' sono poi i padroni di casa a reclamare un rigore sul contatto molto sospetto tra Rosini e Pierozzi, per l'arbitro Sfira non ci sono però i presupposti per concedere la massima punizione. La ripresa si apre con la grande chance costruita dal Rimini per il raddoppio ma Ubaldi se la divora calciando a lato. Il Cesena fatica ma sfiora il pareggio al 76' con Chiarello che calcia addosso a Colombi da posizione più che favorevole e allora i biancorossi mandano i titoli di coda anticipati grazie al contropiede di Lamesta che a quattro minuti dal termine si presenta davanti a Siano e lo batte con un tocco sul secondo palo, per la gioia degli oltre 850 sostenitori ospiti presenti all'Orogel Stadium. Il Rimini conquista così la qualificazione ai quarti di finale prolungando la strepitosa striscia di sei vittorie e due pareggi collezionata dopo il ko col Pontedera al debutto della gestione Troise.