Rimini

Thumbnail RIMINI: Morì sotto bancale di bottiglie d'acqua, gestore supermercato assolto

RIMINI: Morì sotto bancale di bottiglie d'acqua, gestore supermercato assolto

CRONACA - Il giudice Alessandro Capodimonte ha assolto, perché il fatto non sussiste, il legale rappresentante della società che gestisce il supermercato Conad 'Diamante' di Cattolica, nel Riminese, a processo per la morte di un 47enne travolto da un bancale di acqua minerale. La Procura della Repubblica di Rimini ne aveva chiesto invece la condanna a 6 mesi di reclusione per omicidio colposo. Era il 19 aprile del 2022, giorno di Pasquetta, quando un 47enne riminese, residente alle case popolari, morì colpito dalla caduta di un intero bancale di acqua minerale, 280 tonnellate di peso, in un tentativo di furto al Conad 'Diamante' di Cattolica. Il corpo della vittima fu rinvenuto solo all'indomani da un dipendente del supermercato che non poteva credere di aver trovato un cadavere nel retro della struttura. Secondo la Procura, il responsabile del punto vendita, non aveva adeguatamente valutato la situazione di potenziale pericolo determinata dall'accatastamento di più bancali d'acqua in una zona accessibile a chiunque, ovvero nella parte esterna del supermercato sul retro, vicino al parcheggio. All'amministratore si contestava anche la mancata predisposizione di cartelli idonei a segnalare il potenziale pericolo e quindi il rischio di caduta dall'alto. Rilevato dalla Procura anche un concorso di colpa della vittima, che quella notte ruppe la pellicola che avvolgeva il pallet inferiore per poi prelevare tre confezioni di acqua dall'ultima fila del bancale. L'avvocato Massimo Vico, legale della famiglia della vittima, costituitasi parte civile, aveva chiesto un risarcimento danni da un milione di euro. Contro la sentenza, le cui motivazioni saranno depositate entro il 23 agosto, probabilmente ci sarà appello. Secondo la difesa della società esercente il punto Conad 'Diamante', l'avvocato Gian Paolo Colosimo, il giudice non ha ritento vi fosse un "nesso causale tra le condotte astrattamente riferibili alla gestione aziendale e l'evento luttuoso".

Thumbnail CORIANO: Alluvione, Figliuolo sugli aiuti, “Cerchiamo di dare risposte immediate” | VIDEO

CORIANO: Alluvione, Figliuolo sugli aiuti, “Cerchiamo di dare risposte immediate” | VIDEO

Nuovo sopralluogo del Generale Figliuolo in Romagna, questa volta in provincia di Rimini, nei comuni di Santarcangelo e nel circondario di Coriano. Territori duramente colpiti dall’alluvione dove, a un anno da quel disastro, sono in atto diversi interventi per la ricostruzione pubblica. Si tratta delle mura malatestiane e delle grotte sotterranee per il centro santarcangiolese, mentre nel comune corianese il budget messo a disposizione ammonta a circa 5 milioni di euro.   Assunzioni e burocrazia: necessità di velocizzare le procedure Una delle questioni più urgenti è la necessità di snellire le procedure di assunzione dei tecnici necessari per la ricostruzione. "Bisogna snellire le procedure di assunzione di tecnici, ora siamo a scorrimento sulle graduatorie," ha dichiarato Figliuolo. Attualmente, a fronte della possibilità di assumere fino a 216 tecnici per l'Emilia-Romagna, ne sono stati assunti solo una cinquantina. Per rispondere alle esigenze del territorio, Figliuolo ha proposto una modifica derogatoria che prevede la possibilità di concorsi veloci basati solo sui titoli, mantenendo comunque trasparenza e correttezza amministrativa. "I tempi per un decreto sono molto serrati," ha aggiunto, sottolineando che il ministro Musumeci è già al lavoro su questo fronte. Risorse aggiuntive per la ricostruzione privata Il commissario ha inoltre annunciato ulteriori risorse destinate alla ricostruzione privata, derivanti da una norma dell'anno scorso. "Parliamo di qualche centinaia di milioni di euro. Ci sta lavorando il Mef con la Ragioneria generale," ha spiegato Figliuolo, evidenziando l'impegno del governo nel fornire i fondi necessari per la ricostruzione delle proprietà private danneggiate dall'alluvione. Interventi concreti a Santarcangelo di Romagna e Coriano Nel corso della visita, Figliuolo ha fatto il punto sugli interventi realizzati a Santarcangelo di Romagna e Coriano, che rientrano nei fondi stanziati per la ricostruzione pubblica, pari a un miliardo e 630 milioni di euro. A Santarcangelo di Romagna, sono stati messi in sicurezza le mura e riparati fossi e caverne compromessi dagli eventi alluvionali. Attualmente, è in corso un cantiere per indagini geologiche preliminari agli interventi definitivi, con risorse già a disposizione del Comune. A Coriano, sono stati destinati circa 5 milioni di euro per opere di ripristino e ricostruzione pubblica. Uno degli interventi più rilevanti riguarda il fosso che, durante l'alluvione, si è dimostrato inadeguato per gestire le acque piovane, causando gravi allagamenti.

Thumbnail TENNIS: Black-out Bronzetti, Stearns la elimina dal torneo di Rabat

TENNIS: Black-out Bronzetti, Stearns la elimina dal torneo di Rabat

Per Lucia Bronzetti è arrivata una bruciante sconfitta nei quarti di finale del torneo di Rabat: la 25enne riminese non è riuscita a completare la propria rimonta dopo aver perso il primo set contro la statunitense Peyton Stearns sul 6-4 e aver vinto il secondo con lo stesso punteggio. Nel terzo Lucia vola sul 5-0 ma poi incassa un clamoroso controparziale di sette giochi a zero che le costa il ko sul 7-5.


TUTTE LE NOTIZIE DI RIMINI