Ricerca

CALCIO: Basta un tempo al Cesena Femminile per abbattere il Brescia sul 3-0 | VIDEO

SPORT - Un bel Cesena dimentica la sconfitta arrivata al debutto in serie B femminile e conquista i primi tre punti del suo campionato: a fare le spese della determinazione delle bianconere è il Brescia che già al 22' del primo tempo va sotto per effetto della rete messa a segno da Nicole Costa, gran destro dalla lunga distanza che sorprende l'estremo difensore delle rondinelle Bettinelli e spiana la strada alla squadra di Conte. Passano undici minuti ed è già raddoppio: questa volta è Sechi a conquistare palla sulla trequarti e a mettere il turbo sulla destra, l'assist sottomisura è delizioso per Jansen che non deve far altro che spingere il pallone in fondo al sacco. Il Brescia si fa sotto al 40' quando, sulla punizione calciata da Alexandra Tunoaia, Brayda può calciare indisturbata ma conclude centralmente esaltando i riflessi di Serafino. Passato lo spavento, gabbato lo santo per le bianconere che in pieno recupero si affidano alla gran bordata di Sechi per triplicare le marcature. A inizio ripresa ci prova ancora Brayda ad accorciare le distanze ma trova Serafino sulla sua strada, poi è Morreale a mettere in difficoltà il portiere delle bianconere direttamente da corner ma Pasquali non ne approfitta. Il Cesena potrebbe arrotondare ulteriormente il punteggio al 78' con Conti che si presenta davanti a Bettineschi ma perde il tempo di battuta e l'azione sfuma, Serafino invece salva ancora la propria porta su Squaratti nell'ultimo minuto dei tempi regolamentari: è l'ultimo brivido di un match che va così in archivio sul 3-0 per le bianconere.

Thumbnail CALCIO: Basta un tempo al Cesena Femminile per abbattere il Brescia sul 3-0 | VIDEO

BOLOGNA: Abusa per anni della figlia disabile minorenne, 62enne arrestato

CRONACA - Un 62enne di origine albanese è stato arrestato nel Bolognese e condotto in carcere con l’accusa di aver abusato ripetutamente della figlia minorenne disabile.  Le indagini dei carabinieri della stazione di Molinella sono state avviate da una segnalazione dei servizi sociali che stavano seguendo una ragazzina che vive da sola col padre dopo il decesso della madre. Gli assistenti si sono preoccupati e hanno informato l’Arma quando si sono accorti che la vittima stava comunicando loro un disagio, esprimendo a suo modo quello che gli stava capitando tra le mura domestiche e cioè mimando l’atto sessuale con dei peluche che aveva in camera e facendo intendere che uno dei due quest’ultimi era proprio il padre.  Una situazione ritenuta credibile, perché la ragazza, come riportato sull’ordinanza di custodia cautelare “utilizza un linguaggio semplice ma chiaro tanto da poter escludere fraintendimenti interpretativi dei gesti posti in essere dal padre nei suoi confronti”. Il 25 settembre, come disposto dai servizi sociali competenti, la ragazza è stata allontanata dal padre e collocata d’urgenza in una struttura protetta. L’uomo dovrà rispondere di violenza sessuale aggravata continuata.

Thumbnail BOLOGNA: Abusa per anni della figlia disabile minorenne, 62enne arrestato

ROMA: Magneti Marelli, Urso, “mi aspetto di evitare la chiusura”

ATTUALITÀ - Al tavolo su Magneti Marelli "mi aspetto, anzi ho lavorato perché e mi auguro che riusciremo ad evitare la chiusura dello stabilimento di Crevalcore". Lo afferma il ministro delle Imprese e del made in Italy, Adolfo Urso, al Festival delle Regioni dove definisce la fabbrica bolognese un "sito industriale di avanguardia, importante non solo per il tessuto produttivo dell'Emilia Romagna, per la filiera dell'auto italiana ma io dico per l'industria italiana".  "Mi auguro che si possa dare un segnale di fiducia ai lavoratori che saranno qui in centinaia a reclamare che le istituzioni facciano quello che è nelle possibilità di realizzare", aggiunge il ministro sottolineando la partecipazione al tavolo anche della Regione Emilia Romagna. "In questo anno abbiamo creato un sistema migliore e più efficiente anche con le Regioni, ci siamo visti tante volte in tanti tavoli di crisi, alcuni giunti a soluzione", aggiunge il ministro citando la soluzione trovata per la Whirlpool di Napoli.

Thumbnail ROMA:  Magneti Marelli, Urso, “mi aspetto di evitare la chiusura”

CESENA: Studente e cane entrambi senza un arto, 'casa per me e Tris'

ATTUALITÀ - "A entrambi manca un arto ma siamo buoni, adotta anche tu un fenicottero". Con questo bizzarro appello sui social si presenta Yuri Prezzi, studente bolognese di 29 anni che cerca una stanza a Cesena, dove studia al secondo anno di Ingegneria biomedica. Rilanciato dalla stampa locale, Yuri spiega di avere difficoltà a trovare qualcuno che affitti una camera a lui e alla sua cagnolina Tris. Il 29enne, nato con una malformazione, ha subito l'amputazione di una gamba e, per ironia della sorte, anche alla sua Tris che ha adottato manca una zampa anteriore. "Sì lo so, sono vecchio per studiare ma per me le lauree sono come le tictac, godi solo dalle tre in poi", si racconta. Yuri ha già una laurea in Scienze motorie, ha conseguito la Magistrale in Attività fisica adattata ed è anche massoterapista. È stato atleta paralimpico di nuoto, fa arrampicata sportiva, guida auto e moto. "Con me ho un quadrupede, che in realtà è un tripode, perché per farci buona compagnia abbiamo deciso di essere monchi insieme - scrive sui social - Io sono un tranquillo ragazzo senza gamba, alla peggio sentirete saltellare al piano di sotto la notte quando vado in bagno, ma il resto del tempo sono tranquillo e lavoro mentre studio. La cagnolina non abbaia praticamente mai, ogni tanto confonde la sua ombra al vetro masi spaventa e basta. Sono super sportivo, non fumatore e posso essere considerato come un fenicottero. Adotta anche tu un fenicottero e sii piacente agli occhi della società".  La pagina Instagram di Yuri

Thumbnail CESENA: Studente e cane entrambi senza un arto, 'casa per me e Tris'

CALCIO: Varone ha riacceso la luce per il Cesena, "Sto tornando ai miei livelli" | VIDEO

SPORT - Gli inserimenti di Ivan Varone hanno fatto male al Rimini: l'ex giocatore di Novara e Reggiana si è rivelato mortifero per i biancorossi nel momento di massimo bisogno del Cesena, quando cioè gli ospiti erano passati a condurre all'Orogel Stadium e la partita si era messa completamente in salita per la squadra di mister Toscano.

Thumbnail CALCIO: Varone ha riacceso la luce per il Cesena, "Sto tornando ai miei livelli" | VIDEO