Ricerca

NAPOLI: Condannato per uno stupro di gruppo a Rimini, arrestato

CRONACA - Condannato per stupro di gruppo, furto e lesioni personali, reati commessi a Rimini nel 2016, un 26enne marocchino è stato rintracciato dalla polizia in un albergo di corso Novara, a Napoli, ed arrestato. Deve scontare la pena di 6 anni, 7 mesi e 23 giorni di reclusione. L'arresto è stato eseguito stamani dagli agenti del Commissariato Vasto-Arenaccia in esecuzione di un provvedimento per la carcerazione emesso il 30 marzo 2022 dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte di Appello di Bologna.

Thumbnail NAPOLI: Condannato per uno stupro di gruppo a Rimini, arrestato

CESENA: La più grande rock band suona per le vittime dell'alluvione

ATTUALITÀ - Vigilia di attesa per Rockin'1000 for Romagna, che domani - sabato - sarà in concerto all'Orogel Stadium Dino Manuzzi di Cesena per un concerto a favore delle popolazioni alluvionate delle province di Forlì-Cesena e Ravenna. Ospite della serata sarà Diodato, che presterà la sua voce alla band più grande del pianeta, mille musicisti che suoneranno con lui un medley realizzato per l'occasione. Direttori d'orchestra dell'evento saranno Rodrigo D'Erasmo (Afterhours) e Daniele Plentz, conduttrice Lodovica Comello. Rockin'1000 nasce da un sogno, quello di Fabio Zaffagnini, geologo marino, di portare la sua band preferita, i Foo Fighters, in Italia. Per farlo realizza un enorme concerto composto da mille appassionati di rock e della band americana che suonano e cantano simultaneamente Learn to fly: persone normali con professioni diverse, legati dalla grande passione per la musica, e che per la prima volta prendono le vesti degli artisti visti moltissime volte sul palco. Il video su YouTube diventa virale, oggi conta 62 milioni di views, fa il giro del mondo fino ad arrivare ai Foo Fighters, che si esibiranno poi per la prima volta a Cesena. Da quel momento, Rockin'1000 si è esibita in diversi stadi in Italia e all'estero, diventando a tutti gli effetti la "rock band più grande del mondo".

Thumbnail CESENA: La più grande rock band suona per le vittime dell'alluvione

RIMINI: Somministra alcol a due 15enni, denunciato negoziante

CRONACA - Il titolare di un mini-market che si trova sul lungomare di Rimini è stato denunciato dalla polizia locale per avere venduto alcol a due ragazze 15enne senza avere prima verificato la loro età. Durante un pattugliamento nei cosiddetti ‘Viali delle regine’, avvenuto nel pomeriggio di mercoledì, gli agenti in borghese hanno notato in zona Miramare due giovanissime turiste straniere che uscivano da un negozio da cui avevano appena acquistato due bevande alcoliche. Dal successivo intervento delle forze dell’ordine è emerso che le ragazze non avevano ancora compiuto 16 anni e che il titolare dell’attività avrebbe venduto loro le bevande senza controllare i documenti personali, come previsto dalla legge.  Per l’uomo è scattata una denuncia penale, come prevede l’articolo 689 del codice penale. Violazione che contempla anche la trasmissione del verbale alla Questura per gli eventuali provvedimenti che possono prevedere, nel caso della recidiva, anche la chiusura dell’esercizio pubblico fino a tre mesi. La polizia locale ha poi proceduto ad avvisare i tutori delle due giovani turiste, che si trovano a Rimini per le vacanze insieme ad un gruppo, il cui responsabile è intervenuto per prendersi carico delle minorenni a lui affidate. “Il contrasto all’abuso di alcol dei minori - sottolinea l'assessore alla Sicurezza Juri Magrini - è un impegno importante, per il quale non intendiamo abbassare la guardia”. Le sanzioni per la vendita o somministrazione di alcolici a minori vanno da 250 fino a 1.000 euro e raddoppiano in caso di recidiva, fino all’arresto per somministrazioni a minori di 16 anni.

Thumbnail RIMINI: Somministra alcol a due 15enni, denunciato negoziante

CALCIO: Il Rimini rinforza le fasce con Davide Acampa e Samuele Rosini

SPORT - Il Rimini ha inserito due puntelli sulle corsie laterali della squadra a disposizione di mister Raimondi ufficializzando gli innesti di Davide Acampa e Samuele Rosini: Acampa è un centrocampista classe 2003 e nativo di Massa di Somma, un esterno proveniente dal Napoli, con cui la scorsa stagione ha disputato il campionato Primavera 1 e la Youth League, la Champions dei giovani in cui ha giocato sei partite. Con lui è stato raggiunto un accordo biennale. Rosini, originario di Grosseto e classe 2003, è a sua volta un laterale duttile che può agire sia da centrocampista di fascia sia da esterno basso nel 4-3-3: nella stagione 2020/2021 ha vissuto le prime esperienze nel calcio dei grandi vestendo la casacca del Gavorrano in serie D. In Toscana ha collezionato 25 presenze e messo a segno due reti. Altre 12 partite le ha disputate con la Pianese in serie D nella prima metà del 2022 e, dopo un passaggio a Gravina di Puglia con una sola gara disputata, è passato all'Orvietana, sempre in Serie D, dove da gennaio ha giocato 21 partite e realizzato tre gol. Rosini ha firmato un contratto valido fino al giugno del 2026.

Thumbnail CALCIO: Il Rimini rinforza le fasce con Davide Acampa e Samuele Rosini

RIMINI: Presentato Expo Aid, ministra disabilità Locatelli, “Rivediamo legge 112” | VIDEO

POLITICA - Il governo intende superare la legge 112/2016 denominata ‘Dopo di noi’ sull’inclusione sociale delle persone con disabilità. La norma “è stata veramente innovativa, una marcia in più – ha detto la ministra per le Disabilità Alessandra Locatelli a Rimini a margine della presentazione di Expo Aid 2023 -, ma spesso non è stata capita. Soprattutto non è stata capita come accompagnamento alla vita adulta”. Per questo la ministra ha “istituito da poco un tavolo di lavoro per la revisione della legge 112. E la prima cosa che ho chiesto al tavolo è, chiamiamola ‘durante e dopo di noi’”. Che sia un progetto “non dopo di noi” ma “durante noi”, ha precisato, “è una richiesta di tutte le famiglie”, ha detto. Expo Aid 2023, che si terrà al Palacongressi di Rimini il 22 e 23 settembre, vuole essere il punto in cui fare emergere il lavoro dell’associazionismo e del mondo del Terzo settore, ha spiegato Locatelli. “In questi mesi, girando tutta l'Italia, ho incontrato realtà meravigliose, anche in contesti molto difficili, dove sanno insomma reagire e creare progetti che veramente possono essere di supporto alle persone con disabilità, alle loro famiglie”. E quindi “ci tengo che tutti abbiano un'occasione, un punto di incontro”. “Quello che emergerà dai seminari ci servirà per descrivere il percorso per il piano nazionale”. “Per quanto riguarda i progetti di vita” delle persone con disabilità, “c'è proprio un intervento diretto del Pnrr – ha detto la ministra -. Ma per quanto riguarda i decreti attuativi della legge delega, abbiamo un decreto attuativo specifico sul progetto di vita che cambia totalmente la prospettiva”, ha precisato, “superando l'estrema frammentazione dei servizi, delle attività, che bisogna rincorrere, e descrivendolo all'interno di uno strumento valido che accompagna la vita delle persone”. “Questo – ha detto Locatelli - è legato a una mile-stone del Pnrr. Quindi una grande responsabilità e noi vogliamo che sia condiviso il più possibile”.

Thumbnail RIMINI: Presentato Expo Aid, ministra disabilità Locatelli, “Rivediamo legge 112” | VIDEO