Ricerca

RAVENNA: Si continua ad indagare alla Direzione Territoriale del Lavoro - VIDEO

CRONACA - Continuano ad esserci sviluppi nella vicenda che ha visto coinvolti diversi dipendenti della Direzione territoriale del lavoro di Ravenna. L'inchiesta della Procura aveva appurato con riprese video ed investigazioni nei mesi scorsi che per due dipendenti c'erano le gravi ipotesi di accusa di assenteismo e corruzione. Ma l'indagine, che a dicembre scorso aveva visto i primi fermi,  si allarga a macchia d'olio e i carabinieri hanno perquisito anche l’abitazione riminese della direttrice della Direzione del lavoro, anche lei coinvolta nell’indagine perché accusata di non aver denunciato o tentato di limitare le gravi irregolarità che avvenivano, a quanto sembra in maniera non saltuaria, nell’ufficio che dirigeva con un incarico temporaneo. Ora gli inquirenti stanno cercando documentazione e materiale che possa confermare le ipotesi, oltre all'analisi del pc, del tablet e dei telefoni cellulari della dirigente. Le accuse per il 59enne responsabile dell’ufficio ispezioni e il suo sottoposto  43enne sono anche, ricordiamolo, oltre all'assenteismo dal lavoro, anche quelle di avere favorito alcuni imprenditori in cambio di favoritismi. I due, secondo le accuse, avvisavano per tempo i proprietari delle strutture ricettive di futuri controlli, in modo che potessero regolarizzare eventuali mancanze o lavoratori in nero per tempo. Oltre a loro sarebbero al momento indagati anche altri 5 imprenditori.

Thumbnail RAVENNA: Si continua ad indagare alla Direzione Territoriale del Lavoro - VIDEO

TV: Torna “44.12”, focus su Rimini e dintorni. Stasera ore 20.00 canale 14 Teleromagna

ATTUALITÀ - Questa sera alle ore 20.00 su Teleromagna - canale 14 una nuova puntata di “44.12”, il format della Confartigianato di Rimini. In studio una interessante riflessione sul passato, presente e futuro della città rivierasca. Interverranno: Primo Silvestri, Direttore Mensile “Tre”; Mario Ferri, Vice Presidente dell'associazione culturale Dreamini; Attilio Gardini, docente Unibo ed economista. Conduce Fabrizio Vecchione. Vi aspettiamo!

Thumbnail TV: Torna “44.12”, focus su Rimini e dintorni. Stasera ore 20.00 canale 14 Teleromagna

FORLÌ: Drei ci racconta il progetto di raddoppio della via Emilia - VIDEO

POLITICA - Ai nostri microfoni, il sindaco di Forlì e presidente della provincia di Forlì - Cesena Davide Drei, ci racconta l'ultima idea progettuale che potrebbe portare entro qualche tempo alla costruzione di un asse viario veloce tra le due città dell'omonima provincia. Sul tema intanto ampio dibattito su chi spinge per la non costruzione di altri nuovi complessi commerciali, i quali però potrebbero essere alla base dei project - financing utile ad evitare la realizzazione di strade a pagamento)

Thumbnail FORLÌ: Drei ci racconta il progetto di raddoppio della via Emilia - VIDEO

RAVENNA: A processo anche la moglie e la figlia dell'accusato di omicidio - VIDEO

CRONACA - A processo anche la moglie e la figlia dell'uomo che nel 2013 sparò all'ex amico a Casalborsetti, nel ravennate, che morì dopo un anno e mezzo di agonia. La tragedia nacque da una questione legata ad un capanno da pesca.

Thumbnail RAVENNA: A processo anche la moglie e la figlia dell'accusato di omicidio - VIDEO

FORLÌ: Condannato a 30anni di carcere il romeno che ha ucciso la moglie a coltellate- VIDEO

CRONACA - Trent'anni di carcere per Ionel Moldovan, il rumeno di 48 anni che, nel maggio del 2015 uccise la moglie a coltellate nel cortile della casa Bussecchio, a Forlì. Moldovan è stato condannato ieri dal giudice per le udienze preliminari Camillo Poillucci. A pesare sulla pena l'aggravante della premeditazione. Il rito abbreviato ha permesso all’uomo di evitare l’ergastolo. Il corpo di Monica Moldovan di 42 anni, seviziato da ben 12 coltellate , era stato trovato il 27 maggio nella casa dove lavorava come badante. Da mesi la donna scappava dalle violenze del marito che più volte l'aveva minacciata, nel gennaio del 2015 infatti la donna se ne era andata di casa e non voleva far sapere al marito dove si trovasse perché aveva paura.  Il perito del Tribunale ha stabilito che Moldovan era capace di intendere e di volere quando progettò l'omicidio. Ionel Moldovan, infatti, dopo qualche tentativo fallito, aveva addirittura ingaggiato una conoscente perché si spacciasse al telefono  per la moglie per ottenere così il suo indirizzo. Il 27 maggio, accompagnato sempre dalla stessa conoscente, ignara delle intenzioni dell'uomo, Moldovan si recò all'indirizzo di Bussecchio.  Fu così che la vittima, Monica Moldovan si trovò davanti il marito e dopo il rifiuto di tornare a casa e il tradimento rimasto, secondo lui, impunito  è stata accoltellata 12 volte: un paio alle mani, nel vano tentativo della donna di difendersi, due al collo, altre all’addome. Una  volta uccisa la donna, Moldovan ha gettato il coltello a terra ed ha aspettato i  Carabinieri. L’uomo non ha mai negato il suo gesto  e non ha mai dimostrato pentimento. Ieri il Gup  ha disposto anche il risarcimento ai due figli della coppia, di 26 e 24 anni, uno dei quali li aveva resi nonni proprio in quel fatidico 27 maggio.

Thumbnail FORLÌ: Condannato a 30anni di carcere il romeno che ha ucciso la moglie a coltellate- VIDEO