5 GIUGNO 2024

10:42

NOTIZIA DI POLITICA

DI

818 visualizzazioni


5 GIUGNO 2024 - 10:42


NOTIZIA DI POLITICA

DI

818 visualizzazioni



BOLOGNA: Bonaccini, "Surreale spendere soldi in Albania e non per la sanità"

In una recente intervista a SkyTg24, Stefano Bonaccini, presidente dell'Emilia-Romagna e candidato del Partito Democratico alle elezioni europee nel nord-est, ha espresso critiche severe nei confronti dell'attuale Ministro della Salute, Orazio Schillaci, e della Presidente del Consiglio, Giorgia Meloni. 

Critiche alla gestione della sanità pubblica

Bonaccini ha attaccato duramente il Ministro della Salute, Orazio Schillaci, definendolo "certamente una persona perbene" ma "uno dei peggiori ministri che il Paese abbia avuto sulla sanità pubblica". Il governatore dell'Emilia-Romagna ha accusato Schillaci di essere inefficace nel risolvere i problemi del settore sanitario, nonostante le ripetute denunce delle criticità esistenti. "Da ministro continua a denunciare ciò che non va ma non è in grado, da quando è al governo, di fare nulla per risolverlo", ha sottolineato Bonaccini.

Un esempio emblematico delle mancanze del Ministro, secondo Bonaccini, è rappresentato dal recente decreto per abbattere le liste d'attesa nella sanità. Questo provvedimento, approvato a pochi giorni dalle elezioni, è stato criticato per la mancanza di copertura finanziaria. "È incredibile che si faccia a tre giorni dal voto, e quindi è pura propaganda elettorale, un decreto che è senza coperture finanziarie e quindi non risolverà nulla", ha dichiarato Bonaccini.

Le scelte controverse sulla politica migratoria

Le critiche di Bonaccini non si sono fermate alla sanità. Ha anche espresso forte disappunto riguardo alla visita di Giorgia Meloni in Albania e alla decisione del governo di spendere circa un miliardo di euro per costruire infrastrutture per migranti in Albania, una scelta che ha definito "abbastanza surreale". Secondo Bonaccini, questi fondi sarebbero stati meglio utilizzati per rafforzare la sanità pubblica in Italia.

"In un periodo in cui si lamenta la mancanza di fondi per la sanità pubblica, spendere un miliardo di euro per fare cose in Albania che si potevano fare in Italia è assurdo", ha affermato Bonaccini, aggiungendo che i migranti che beneficeranno di queste strutture sono comunque pochissimi rispetto al totale. Ha inoltre accusato il governo di non mantenere le promesse elettorali in materia di immigrazione.




ALTRE NOTIZIE DI POLITICA

EMILIA-ROMAGNA: Pompignoli va via dalla Lega, "non condivido linea"

“Dopo settimane di doveroso silenzio sui social, desidero ufficializzare con poche parole il mio addio alla Lega”. Così, in un post, il consigliere regionale dell’Emilia-Romagna Massimiliano Pompignoli. “La mia è stata una decisione difficile, sofferta ma inevitabile dopo oltre 15 anni di militanza.  Alla Lega ho dato tanto e ricevuto tanto. Oggi, con grande dispiacere, devo fare i conti con la crescente difficoltà di non riuscire più a condividere la linea e gli obiettivi di un partito che, purtroppo, non è più casa mia.  Desidero ringraziare tutti coloro che hanno camminato al mio fianco in questi anni, dandomi l’opportunità di diventare la persona che sono oggi.  Grazie per tutto quello che mi è stato insegnato e per i momenti passati insieme.  Purtroppo, molte cose sono cambiate dal 2008 ad oggi e il mio percorso all’interno della Lega finisce qui”. Pompignoli, che ora potrebbe bussare alle porte di Forza Italia, pubblica una foto mentre è al lavoro in una passata edizione della Festa leghista di Cervia, uno dei momenti “che più mi rappresentano e sintetizzano il mio percorso politico”, sottolinea, “punto di riferimento per tutti coloro che hanno sempre lavorato con onestà, sacrificio e grande umiltà”.