23 SETTEMBRE 2023

08:58

NOTIZIA DI POLITICA

DI

841 visualizzazioni


23 SETTEMBRE 2023 - 08:58


NOTIZIA DI POLITICA

DI

841 visualizzazioni



RIMINI: Caro affitti studenti, Bernini, “Creati 8.500 nuovi posti letto” | VIDEO

Già da quest’anno ci saranno 8.500 nuovi posti letto per studenti universitari per fare fronte al caro affitti. È quanto ha annunciato da Rimini la ministra dell’Università Anna Maria Bernini.

"Abbiamo già fatto qualcosa sul caro affitti che non riguarda solo studenti, ma anche lavoratori e tutte le persone che devono trovare casa in una città costosa. Abbiamo già creato 8.500 nuovi posti letto che sono a disposizione degli studenti da quest'anno". Lo ha detto, a margine di ExpoAid 2023, il ministro dell'Università e della Ricerca, Anna Maria Bernini "Stiamo lavorando con una cabina di regia a Palazzo Chigi - ha aggiunto - perché questa estate abbiamo identificato 500 nuovi immobili con la collaborazione di tutti gli Enti, tutti gli immobili sfitti potenzialmente utilizzabili hanno 80.000 posti letto e ne abbiamo ottenuti 67.000 subito utilizzabili". Nel dettaglio, ha concluso Bernini, "la prima riunione si è tenuta due giorni fa. Oltre a questo abbiamo già messo 500 milioni sulla vecchia Legge di Bilancio e non mancheremo di finanziare il diritto allo studio nella nuova".

"Questa sarà una legge di bilancio con delle priorità molto definite: soprattutto la tutela dell'occupazione, delle fasce fragili, ancora più fragili delle solite categorie fragili e quindi famiglie, lavoro povero e, per quanto mi riguarda, borse di studio e borse di dottorato". A tale riguardo, "noi abbiamo già ottenuto di coprire le richieste di studenti che sono risultati idonei non beneficiari, studenti che meritano la borsa di studio che di solito viene finanziata per metà dal ministero e per metà dalle Regioni". Lo ha detto, a margine di ExpoAid 2023 a Rimini, il ministro dell'Università e della Ricerca, Anna Maria Bernini. "Noi abbiamo già ottenuto di coprire le richieste di studenti che sono risultati idonei non beneficiari - ha ribadito - studenti che meritano la borsa di studio che di solito viene finanziata per metà dal ministero e per metà dalle Regioni. Ma, visto che io ho aumentato l'ammontare delle borse di studio e anche la soglia Isee, le Regioni non hanno abbastanza soldi per coprirle tutte, li abbiamo messi noi. Anzi - ha proseguito Bernini - per questo ringrazio il ministro Giorgetti che lo sta già facendo per l'anno 2023 e continueremo in Legge di Bilancio. Quindi - ha concluso Bernini - le mie priorità sono sicuramente la garanzia del diritto allo studio sotto forma di borse di studio e i dottorati di ricerca un po' più cospicui di quanto non siano ora perché le borse di dottorato adesso sono veramente molto, troppo basse e la nostra ricerca fa grande l'Italia nel mondo ed è giusto valorizzare i nostri ricercatori".




ALTRE NOTIZIE DI POLITICA

FORLI’: Zattini bis, presentati gli assessori e deleghe, Bongiorno vicesindaco

4 donne e 5 uomini , dopo quasi due settimane di incontri e discussioni la nuova Giunta del Comune di Forlì è stata ufficialmente presentata alla città con 4 riconferme e 5 new entry. Per sé, il rieletto sindaco Gian Luca Zattini ha tenuto i rapporti istituzionali, sanità e le competenze che fanno riferimento all’alluvione: vigilanza sulle politiche per la ricostruzione del post alluvione e i rapporti con commissario straordinario, oltre che la Protezione civile. Le novità sono il vicesindaco, Vincenzo Bongiorno, di Fratelli d’Italia e più votato della sua lista con cultura, partecipazione e quartieri, politiche per la famiglia e centro. Luca Bartolini(FdI), rigenerazione urbana, edilizia privata, grandi opere e polizia locale. La terza assessora di FdI è Emanuela Bassi avrà Pnrr, agricoltura, rapporti col consiglio comunale, servizi al cittadino, toponomastica e legalità. Ad Angelica Sansavini, va il welfare, diritti civili e umani, politiche per la casa e volontariato. Kevin Bravi (Civica), sport, turismo e marketing territoriale, politiche del lavoro, politiche internazionali. Tra i riconfermati, Paola Casara la più votata della Civica: istruzione, politiche giovanili e servizio civile, sviluppo economico, Forlì città universitaria e il progetto Forlì aerospazio. A Vittorio Cicognani: bilancio, società partecipate e patrimonio immobiliare, lavori pubblici. A Giuseppe Petetta di Forza Italia: transizione ecologica ed energetica, Forlì città verde, benessere animale, mobilità. Infine ad Andrea Cintorino ( Lega)  vanno transizione digitale e smart city, Romagna Next, pari opportunità e differenze di genere e grandi eventi della città, fiere e mercati.