14 SETTEMBRE 2023

16:38

NOTIZIA DI POLITICA

DI

2056 visualizzazioni


14 SETTEMBRE 2023 - 16:38


NOTIZIA DI POLITICA

DI

2056 visualizzazioni



EMILIA-ROMAGNA: FI, ‘buco di bilancio nella sanità di 1mld”, Donini: "disavanzo di 300 milioni" | VIDEO

La sanità emiliano-romagnola presto si troverà a dover fare i conti con un buco di bilancio di quasi un miliardo di euro. Ad annunciarlo la consigliera regionale di FI, Valentina Castaldini, basandosi sui bilanci delle Ausl della regione. Ma l’assessore alla Sanità, Raffaele Donini, replica: “Il disavanzo è di 300 milioni: nessun buco”.

 

Un buco di un miliardo di euro, con cui la sanità dell'Emilia-Romagna è destinata a chiudere il 2023, in aumento del 20% rispetto agli 838 milioni dell'anno scorso. L’allarme, dati di bilancio alla mano, arriva dalla consigliera regionale di Forza Italia, Valentina Castaldini. "Per avere il dato definitivo, bisognerà attendere ancora qualche giorno ma, al netto dei numeri di Modena, Ferrara e Piacenza, che arriveranno in queste ore – spiega la consigliera azzurra –, il buco di bilancio è in aumento quasi ovunque”. “Siamo a circa 730.700 euro ad oggi e, con i dati delle ultime Ausl, si arriverà al miliardo” assicura Castaldini. Le perdite maggiori, secondo i dati raccolti da Forza Italia, riguardano la Ausl Romagna, in rosso di oltre 219 milioni, quella di Bologna, sotto di 122 milioni, e l’Ausl di Reggio Emilia, con un buco di 107 milioni. Alla consigliera azzurra replica a stretto giro l’assessore regionale alla Sanità, Raffaele Donini: “Non c’è nessun buco: il disavanzo previsionale 2023 delle Aziende Sanitarie è di circa 300 milioni di euro e non di 1 miliardo come sostiene la consigliera Castaldini. Bisogna contare anche le risorse che abbiamo a copertura che portano il potenziale disavanzo a 300 milioni, disavanzo che anche quest’anno siamo impegnati a sanare come abbiamo fatto negli ultimi tre anni”. “In più - aggiunge - diciamo da diversi mesi che a livello nazionale mancano 4 miliardi per assicurare la copertura delle spese per i servizi sanitari regionali. La quota parte di quei 4 miliardi, destinata all’Emilia-Romagna, vale esattamente 300 milioni”.




ALTRE NOTIZIE DI POLITICA