16 MAGGIO 2023

10:43

NOTIZIA DI POLITICA

DI

741 visualizzazioni


16 MAGGIO 2023 - 10:43


NOTIZIA DI POLITICA

DI

741 visualizzazioni



RIMINI: Santi al terzo mandato nel Comune di Gemmano, “Priorità alla cura del territorio” | VIDEO

Sono terminate le elezioni per il sindaco in 21 comuni dell’Emilia-Romagna. Tra volti nuovi, riconferme e corse in solitaria. Vediamo come è andata.

15 su 21. E’ il risultato della coalizione del centrosinistra che, nelle sue diverse forme, vince in quasi tutti i Comuni dell’Emilia-Romagna impegnati nelle elezioni amministrative che si sono svolte domenica e lunedì.  In tanti casi ci sono stati delle riconferme, una su tutti, quella di Riziero Santi, eletto per la terza volta a sindaco di Gemmano. Il presidente della provincia di Rimini ha mantenuto il suo ruolo di primo cittadino nel piccolo Comune con un risultato nettissimo 73,62% di preferenze contro lo sfidante Michele Iorio.

INTERVISTA NEL VIDEO




ALTRE NOTIZIE DI POLITICA

FORLI’: La ministra Locatelli al San Luigi per parlare di disabilità e “dopo di noi” | VIDEO

Quale futuro per le persone con disabilità, in particolare quando non potranno più essere accolte dalle famiglie? Quali strumenti giuridici sono in campo per assicurare stabilità e serenità a queste persone? Per riflettere su questi e altri temi, a Forlì un’iniziativa su disabilità e “dopo di noi”, alla Sala San Luigi. Un convegno, promosso dalla Fondazione caffè Salato, al quale ha preso parte anche la ministra per la disabilità Alessandra Locatelli. “Oggi si parla di Trust di lasciti e di come organizzare il "dopo di noi". Io credo, però, che sia importante portare anche all’attenzione il percorso di accompagnamento nel durante. Ci stiamo, infatti, occupando di una proposta normativa, dalla legge 112 del 2016, perché intanto si aprano le maglie a tante persone con disabilità e poi, per farlo diventare un durante e dopo di noi”, ha dichiarato la Ministra Locatelli a margine dell’evento. “Voglio dire che questo territorio è ricco di mondo del terzo settore e sono molto contenta che sia stata individuata questa provincia per la sperimentazione dell’attuazione della Legge Delega, soprattutto nella parte del progetto di vita. Questa legge è qualcosa di più ampio perché tiene insieme le dimensioni della vita socio-sanitaria e sociale, ma parte con i desideri della persona con disabilità, a partire dagli enti territoriali, enti comunali, la scuola e tutte quelle istituzioni che servono a garantire servizi ai cittadini”, conclude.