25 NOVEMBRE 2015

13:24

NOTIZIA DI POLITICA

DI

1312 visualizzazioni


25 NOVEMBRE 2015 - 13:24


NOTIZIA DI POLITICA

DI

1312 visualizzazioni



ROMAGNA: Il Senato boccia gli emendamenti presentati dai balneari - VIDEO

Doccia fredda sui bagnini. La commissione Bilancio del Senato ha dichiarato non ammissibili tutti i 14 emendamenti presentati dalle imprese balneari. Si tratta di modifiche proposte alla Legge di stabilità 2016 da Sib Confcommercio, Fiba Confesercenti, Oasi Confartigianato, Assobalneari Confindustria e Cna balneatori. Ora la parola passa alla Camera ma sarà una “missione impossibile” in quanto il governo chiederà la fiducia presentando un maxi emendamento. Le richieste cercavano di estendere le concessioni balneari fino al 2050 o a sdemanializzare gli stabilimenti. Torna l’incubo della bolkenstein, la direttiva europea in base alla quale dal 31 dicembre 2015 le spiagge saranno oggetto di un bando di evidenza pubblica con tanto di asta. E i bagnini storici? Mistero sulla loro sorte. Intanto è piovuto dal Senato anche un no decisivo sulla sospensione del pagamento dei canoni pertinenziali, considerato il problema più urgente. Non si sono fatte attendere le risposte dei balneari che hanno duramente criticato queste decisioni: oltre 200 imprese e famiglie rischiano di pagare canoni impossibili. Occhi puntanti sulla prima udienza della Corte di giustizia europea fissata al 3 dicembre che deciderà il futuro delle imprese balneari italiane. E’ li che si deciderà se mantenere il 2015 come scadenza delle concessioni o se accettare le condizioni del governo italiano che vorrebbero procrastinare tutto al 2020.




ALTRE NOTIZIE DI POLITICA

RAVENNA: Elezioni regionali, De Pascale al lavoro per il campo largo | VIDEO

Dopo l’investitura ufficiale il sindaco di Ravenna Michele de Pascale è ora al lavoro per comporre la coalizione da presentare alle elezioni per il nuovo presidente della regione. Un quadro ampio, che comprenda tutte le forze politiche del centrosinistra ma che abbia anche una grande impronta civica. In altre parole: via libera al campo largo. Così Michele de Pascale nel descrivere la coalizione con la quale si presenterà alle elezioni per la presidenza della regione Emilia-Romagna.  Il sindaco di Ravenna, dopo aver ricevuto l’investitura ufficiale dal Partito Democratico, ha iniziato questa settimana pianificando i primi incontri con le altre forze politiche, ricalcando quelle larghe intese con cui governa già nella sua città. “Uno dei primi incontri che faremo è con il gruppo Verdi Sinistra – spiega De Pascale - ma vogliamo lavorare anche con tante altre forze come Movimento Cinque Stelle, Azione e Italia viva. C’è già un rapporto consolidato in consiglio comunale quindi sono abbastanza fiducioso che possa continuare anche in Regione” Spetta ora a Irene Priolo, subentrata a Bonaccini, stabilire la data delle elezioni. Da una parte, spiega De Pascale, non si può attendere troppo, dall’altra bisogna dare il tempo ai cittadini di capire cosa succede e valutare le diverse proposte: “Bisogna trovare il giusto equilibrio. Si parla del mese di novembre e mi sembra corretto. Il mio obiettivo in questo momento è quello di andare il prima possibile nei territori dell'Emilia a farmi conoscere, a conoscere e ad ascoltare, perché con grande umiltà so bene di conoscere molto bene la Romagna, il mio territorio, e dover recuperare invece conoscenza di una parte altrettanto importante della Regione”