Forlì

Thumbnail ROMAGNA: Confindustria, primo semestre positivo grazie al traino dell’export

ROMAGNA: Confindustria, primo semestre positivo grazie al traino dell’export

ECONOMIA - Il 2024 si prospetta per l’Emilia-Romagna un anno di crescita modesta, dovuta a una fase di rallentamento economico in particolare nei settori dell’industria e delle costruzioni. Export e lavoro mostrano però segnali di miglioramento. Il PIL reale è stimato in crescita dello 0,6% nel 2024, in rallentamento rispetto allo scorso anno. L’export invece, dopo un 2023 in flessione, dovrebbe tornare positivo nei prossimi mesi. Anche in Romagna i principali indicatori economici mostrano una flessione rispetto alle rilevazioni passate, anche se prevale il segno più. E’ quanto emerge dalla rilevazione di Confindustria tra le aziende associate. La produzione nel primo semestre del 2024 registra un +1,2%, il fatturato un + 2,2%, l’occupazione +2,3%, le previsioni sono stazionarie per la seconda metà del 2024. I segnali migliori arrivano dai mercati internazionali per le imprese del territorio, a compensare una domanda interna leggermente sottotono.  “Dopo un 2023 incerto per l’export della nostra regione, le esportazioni dovrebbero tornare positive nel 2024. Questo dato è già confermato in Romagna, dove nei primi sei mesi il fatturato estero si attesta a un +2,6% - osserva il presidente di Confindustria Romagna Roberto Bozzi - A fronte di alcune eccellenti performance soprattutto da parte di industrie medio-grandi più vocate all’internazionalizzazione, abbiamo registrato un clima generale di attesa per i prossimi sei mesi, anche a causa di uno scenario geopolitico globale sempre più complesso”.

Thumbnail CALCIO: Il Ravenna ufficializza Matteo Rossi, al Forlì arriva Farinelli

CALCIO: Il Ravenna ufficializza Matteo Rossi, al Forlì arriva Farinelli

Continua la campagna di rafforzamento delle compagini romagnole in serie D, con Ravenna e Forlì tra le più attive sul mercato. Sulla sponda giallorossa mister Antonioli ritrova il portiere Matteo Rossi, con cui aveva condiviso l’esperienza alla Reggiana. L’estremo difensore, classe 2000, nell’ultima stagione ha vestito le maglie di Carpi e Borgo San Donnino. I galletti hanno invece annunciato l’arrivo del centrocampista 23enne Nicola Farinelli, un fedelissimo del tecnico Miramari al Corticella, con cui ha chiuso il campionato con 7 gol e 7 assist in 28 presenze.

Thumbnail CESENATICO: Naufragio Consolata, il ricordo delle vittime forlivesi | FOTO

CESENATICO: Naufragio Consolata, il ricordo delle vittime forlivesi | FOTO

Domenica 21 luglio si svolgerà a Cesenatico la cerimonia in ricordo dei 17 cittadini forlivesi, di cui 9 bambini entro i 10 anni, che persero la vita in seguito al naufragio della barca Consolata. Il ritrovo dei partecipanti sarà davanti alla sede del Comune per salire su due storiche imbarcazioni del Museo della Marineria che raggiungeranno il punto dove si verificò la tragedia e gettare in mare una corona di fiori. Nel 1946 la comitiva dei gitanti, che era composta da una trentina di persone, partì di buon mattino da Bussecchio per passare una domenica in allegria, dopo gli anni terribili del Secondo conflitto mondiale, sulla spiaggia di ponente di una delle località turistiche più importanti della Romagna. Nel primo pomeriggio una parte del gruppo dei forlivesi decise di fare un giro in barca portando con sé anche i figli più piccoli, considerato che in quel momento il mare era in ottime condizioni per la navigazione. Ma la giornata, a causa di una improvvisa perturbazione atmosferica di eccezionale intensità che colpì tutto il litorale emiliano-romagnolo e parte di quello marchigiano, si trasformò in una immane tragedia facendo rovesciare la Consolata a poche centinaia di metri dalla riva. "Il gravissimo avvenimento segnò la città di Forlì e i suoi abitanti - ricorda Gabriele Zelli - che parteciparono in massa ai funerali delle 17 vittime, come testimoniano diverse foto dell'epoca scattate dal fotografo Edgardo Zoli. Le immagini sono state recentemente ritrovate da Luciana Ravaioli, una parente delle vittime, fra gli effetti personali della madre. Le fotografie fanno vedere la camera mortuaria allestita nei locali della mensa della scuola elementare 'Raffaele Rivalta' di via Cerchia e il lunghissimo corteo funebre che si snodò lungo la strada che costeggiava l'aeroporto per raggiungere la Chiesa di San Vitale, in via Decio Raggi, e successivamente il vicino cimitero". Alla cerimonia di domenica mattina, organizzata dalla Cooperativa Casa del Pescatore, con la collaborazione del Comune di Cesenatico e della Casa del Lavoratore di Bussecchio, parteciperanno i famigliari delle vittime e le autorità delle due città.


TUTTE LE NOTIZIE DI FORLÌ