Forlì

Thumbnail ROMAGNA: Bignami, "Regione E-R faccia pulizia alvei fiumi"

ROMAGNA: Bignami, "Regione E-R faccia pulizia alvei fiumi"

ATTUALITÀ - "Avevo assunto l’impegno di fare il punto con l’Amministratore Delegato di RFI Gianpiero Strisciuglio sulla situazione del Ponte ferroviario che attraversa Sant’Agata sul Santerno e su cui si concentra la preoccupazione della popolazione. L’AD ha assunto l’impegno, entro il mese di settembre, di concludere l’iter di realizzazione del progetto definitivo per la revisione dell’assetto ferroviario dell’attraversamento. Tuttavia i tecnici sottolineano come anche un rifacimento dell'infrastruttura che non sia accompagnata da opere di manutenzione e pulizia puntuali e periodiche su tutto il tronco fluviale rischi di vanificare qualsiasi intervento infrastrutturale che, tra l’altro, presenta costi assai ingenti quantificabili nell’ordine di alcune decine di milioni di euro. Si corre dunque il rischio più che concreto di trovarci nel giro di poco tempo in una situazione analoga a quella esistente. È pertanto necessario che da parte della Regione (Emilia-Romagna, ndr) ci sia un impegno sulla pulizia dei corsi d'acqua e di tutto il reticolo idrografico, con particolare riguardo alle situazioni di maggiore delicatezza quali quelle di Santerno. Diversamente si buttano via i soldi degli italiani e non si mette in sicurezza nulla". Così il viceministro alle infrastrutture e trasporti Galeazzo Bignami. 'Quindi è necessario che in parallelo alla redazione del definitivo, la Regione presenti un piano e una programmazione sistematica di pulizia degli alvei e di tutti i manufatti che presentano interferenze con il normale decorso dei flussi idrici. Confidiamo quindi che la Regione lo faccia subito visto che, a un anno dall'alluvione non ha ancora portato a compimento questa operazione e che i cittadini ci diano forza in questa richiesta"

Thumbnail ROMAGNA: Alluvione, Marani, “Può ripetersi, dobbiamo prepararci” | VIDEO

ROMAGNA: Alluvione, Marani, “Può ripetersi, dobbiamo prepararci” | VIDEO

A Palazzo Rasponi di Ravenna, si è tenuto l’evento "Ravenna, un anno dopo l’alluvione". Obiettivo dell’iniziativa è stato quello di mantenere alta l’attenzione sul drammatico evento e ragionare sui devastanti effetti che il cambiamento climatico sta avendo sulle nostre vite e sui nostri territori. In particolare, l'alluvione ha interessato un'ampia area mettendo a dura prova numerose attività economiche e i cittadini stessi. Quello che in passato poteva sembrare unicamente uno scenario modellistico astratto oggi si manifesta con una frequenza preoccupante, influenzando significativamente le nostre vite quotidiane. In questo contesto, è fondamentale avvicinare il mondo della ricerca alla cittadinanza e creare occasioni di approfondimento scientifico per comunicare in modo chiaro ciò che sta accadendo. L'evento ‘Ravenna, un anno dopo l'alluvione’ ha riunito le istituzioni locali, che hanno affrontato l'emergenza, con il mondo accademico della ricerca, che ha collaborato nella fase successiva all'evento con la stima dei danni e ha attivato misure per comprendere appieno quanto accaduto. Grazie alla partecipazione del prof. Marco Marani (Centro Studi sugli Impatti dei Cambiamenti Climatici dell'Università di Padova) membro della “Commissione Regionale per l’analisi degli eventi meteorologici estremi del mese di maggio 2023”, si è cercato di comprendere la portata storica dell'evento precipitativo che ha causato l'alluvione, con approfondimenti dedicati agli scenari futuri.

Thumbnail BASKET: Martino sfida Trieste, "Sfruttiamo il fattore-campo" | VIDEO

BASKET: Martino sfida Trieste, "Sfruttiamo il fattore-campo" | VIDEO

La serie di semifinale play-off tra Forlì e Trieste sta per avere inizio con la disputa di gara-1 all'Unieuro Arena: la squadra di coach Martino dovrà sempre rinunciare al contributo di Allen e affronterà una delle principali favorite al salto di categoria. "Affrontiamo una squadra che a inizio stagione veniva indicata da tutti tra le favorite al salto in A1 - ha commentato il coach biancorosso - se non proprio la favorita vista la grande profondità delle loro rotazioni. È una serie complicata per noi, anche alla luce anche dell'infortunio di Kadeem, perché probabilmente la sua assenza rischia di avvertirsi di più alzandosi anche il livello della nostra avversaria. Allo stesso modo anche noi saremo chiamati a innalzare ulteriormente il livello delle nostre prestazioni, in termini di voglia ed energia. Un vantaggio ce l'abbiamo, ci mancherà un americano ma potremo contare sul fattore-campo: dovrà essere la nostra la nostra arma vincente per superare anche questa avversaria".


TUTTE LE NOTIZIE DI FORLÌ