Ferrara

Thumbnail EMILIA-ROMAGNA: Patto per il Lavoro e per il Clima, in 10 anni +11,2% il Pil

EMILIA-ROMAGNA: Patto per il Lavoro e per il Clima, in 10 anni +11,2% il Pil

Negli ultimi 10 anni, l’Emilia-Romagna è stata la regione che è cresciuta di più in Italia, nonostante alcune drammatiche difficoltà che hanno toccato il territorio: la pandemia, la crisi energetica e l'alluvione in Romagna del 2023. A ricordarlo è stato il presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, durante l’ultimo incontro del mandato del Patto per il Lavoro e per il Clima. Il Patto è uno strumento unico in Italia che riunisce oltre 60 realtà - tra istituzioni, forze economiche, organizzazioni sindacali, ecc. - e rappresenta il luogo operativo di confronto e condivisione per generare nuovo lavoro di qualità, accompagnare la transizione ecologica e digitale, contrastare le diseguaglianze territoriali, sociali, di genere e generazionali. In dieci anni la forza lavoro è cresciuta di 62 mila unità (+3%), gli occupati sono aumentati di 130 mila (+6,9%), il tasso di occupazione della fascia 20-64 anni è passato dal 70,7% al 75,9% (quello femminile dal 63% al 69,1%), e il tasso di disoccupazione è sceso dall'8,4% al 5%. Infine, il Pil è cresciuto dell’11,2% e l’export è aumentato del 31,8%. E poi ci sono le persone. Il rischio di povertà o esclusione sociale è tra i più bassi in Italia e in Europa, passando dal 14% del 2019 al 7,4% di oggi. La dispersione scolastica è quasi dimezzata, passando dal 13,2% al 7,3%, e i Neet sono scesi dal 20,6% all’11%. “Condividere tutte le scelte strategiche ci ha permesso di diventare più forti, nonostante la pandemia e l’alluvione. Mi auguro che questo strumento fondamentale venga adottato anche a livello nazionale”, ha commentato il presidente Bonaccini durante la riunione.

Thumbnail EMILIA-ROMAGNA: Pompignoli va via dalla Lega, "non condivido linea"

EMILIA-ROMAGNA: Pompignoli va via dalla Lega, "non condivido linea"

“Dopo settimane di doveroso silenzio sui social, desidero ufficializzare con poche parole il mio addio alla Lega”. Così, in un post, il consigliere regionale dell’Emilia-Romagna Massimiliano Pompignoli. “La mia è stata una decisione difficile, sofferta ma inevitabile dopo oltre 15 anni di militanza.  Alla Lega ho dato tanto e ricevuto tanto. Oggi, con grande dispiacere, devo fare i conti con la crescente difficoltà di non riuscire più a condividere la linea e gli obiettivi di un partito che, purtroppo, non è più casa mia.  Desidero ringraziare tutti coloro che hanno camminato al mio fianco in questi anni, dandomi l’opportunità di diventare la persona che sono oggi.  Grazie per tutto quello che mi è stato insegnato e per i momenti passati insieme.  Purtroppo, molte cose sono cambiate dal 2008 ad oggi e il mio percorso all’interno della Lega finisce qui”. Pompignoli, che ora potrebbe bussare alle porte di Forza Italia, pubblica una foto mentre è al lavoro in una passata edizione della Festa leghista di Cervia, uno dei momenti “che più mi rappresentano e sintetizzano il mio percorso politico”, sottolinea, “punto di riferimento per tutti coloro che hanno sempre lavorato con onestà, sacrificio e grande umiltà”.


TUTTE LE NOTIZIE DI FERRARA