8 GIUGNO 2023

14:32

NOTIZIA DI ECONOMIA

DI

1439 visualizzazioni


8 GIUGNO 2023 - 14:32


NOTIZIA DI ECONOMIA

DI

1439 visualizzazioni



EMILIA-ROMAGNA: Le imprese continuano a investire ma alluvione peserà su 25% del Pil

Nonostante le difficoltà date dalla guerra in Ucraina e l’esplosione dell’inflazione, le imprese emiliano-romagnole continuano a investire. Dall’indagine sugli investimenti industriali dell’Emilia-Romagna, realizzata da Confindustria in collaborazione con Intesa San Paolo, emerge infatti che il settore trainante è diventato il turismo e che le aziende hanno destinato agli investimenti il 5 per cento del fatturato nel 2022, con un aumento del 23 per cento rispetto al 2021. Il principale ambito di investimento è stata la formazione. Positive anche le previsioni per il 2023: le imprese che prevedono di effettuare investimenti sono l’88 per cento, oltre la metà ha come obiettivo quello di migliorare la sostenibilità dell’azienda. L’indagine non tiene conto della recente alluvione ma Confindustria stima che peserà su un quarto del Pil regionale. Intesa San Paolo, dal canto suo, ha messo in campo una serie di misure di sostegno alle popolazioni colpite.




ALTRE NOTIZIE DI ECONOMIA

ROMAGNA: Alluvione, dalla Camera di Commercio 1,3 milioni per le imprese

La Camera di commercio della Romagna ha approvato due nuove misure a sostegno delle imprese alluvionate nelle province di Forlì-Cesena e Rimini. Le misure, che seguono il bando ‘Resistere’ del 2023,  prevedono uno stanziamento complessivo di 1.331.022 euro a fondo perduto. Uno dei due interventi sarà riservato alle imprese agricole colpite dall’alluvione con l’attivazione di 331.022 euro riservati per prestiti a breve, fino a 12 mesi, con contributo al 5% dell’ammontare del finanziamento e per prestiti di medio/lungo periodo, fino a 60 mesi, con contributo pari al 10%. L’altra misura riguarderà l’attivazione del bando “Crescere 2024” con lo stanziamento di 1 milione di euro destinato a tutte le imprese colpite dall’alluvione. Il contributo massimo erogabile sarà di 5.000 euro per le imprese che non hanno percepito aiuti, mentre l’ammontare sarà di 2.500 euro se si ha già usufruito del contributo nel 2023. Per Carlo Battistini, presidente della Camera di commercio della Romagna, questi due nuovi interventi sono il frutto di un lavoro di confronto e di integrazione che consentirà di raggiungere il maggior numero di imprese in modo mirato. Tutte le informazioni a riguardo sono presenti nel sito della Camera di commercio della Romagna.