28 OTTOBRE 2015

15:50

NOTIZIA DI ECONOMIA

DI

1098 visualizzazioni


28 OTTOBRE 2015 - 15:50


NOTIZIA DI ECONOMIA

DI

1098 visualizzazioni



(VIDEO) FAENZA: Gli operai della Cisa hanno detto "Si"

Si è conclusa con parere favorevole la votazione  dei lavoratori della Cisa di Faenza che dovevano esprimere la propria posizione in merito all’accordo con la società del gruppo Allegion. L’ipotesi di accordo, che prevede il piano di riorganizzazione industriale dell’azienda, era stata avviata con le organizzazioni sindacali il 30 settembre al Ministero dello Sviluppo Economico. Nella votazione di ieri hanno espresso parere favorevole oltre l' 87% dei lavoratori con 369 voti favorevoli contro 51 contrari. Dei 497 dipendenti aventi diritto al voto hanno invece  partecipato al referendum in 425.  Il piano, come già ricordato, prevede la conversione dello stabilimento faentino, che produce  serrature e lucchetti,  da attività prettamente meccanica a produzione elettronica e di ricerca con lo spostamento all’estero di alcune lavorazioni e di conseguenza, come ben sappiamo, con l’utilizzo di manodopera a costo inferiore rispetto al nostro Paese. Quattro mesi fa Allegion,che detiene la Cisa, aveva annunciato che nello stabilimento di Faenza c’erano 258 esuberi e una 20ina invece nel sito di Monsampolo del Tronto, nell'Ascolano, mentre ora l’accordo prevede il ritiro dei licenziamenti e il ricorso alla mobilità volontaria. Quest’ultima sarà incentivata per un massimo di 130 lavoratori a Faenza e 20 ad Ascoli con un piano industriale di 17 milioni di euro e una parte di questi saranno utilizzati per riconvertire le strutture produttive. 




ALTRE NOTIZIE DI ECONOMIA

ROMAGNA: Previsioni occupazionali, programmati 41mila nuovi ingressi

La Camera di commercio della Romagna ha diffuso qualche giorno fa,  i numeri degl’ingressi lavorativi previsti nelle province di Forlì-Cesena e Rimini. Per il trimestre aprile-giugno 2024 sono un totale di 41.090. La previsione per il mese di aprile è di 10.100, 6.330 in provincia di Rimini e 3.770 a Forlì-Cesena, numeri che rappresentano il 25% del dato regionale (+6% rispetto al mese scorso) e il 9,2% degli ingressi attesi in Italia che sono 446mila. Le previsioni occupazionali provinciali sono state elaborate dalle analisi di Excelsior Informa, il Bollettino mensile con orizzonte trimestrale sui fabbisogni occupazionali delle imprese industriali e dei servizi, realizzato da Unioncamere, Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e dalle Camere di commercio italiane. In provincia di Forlì-Cesena, gli ingressi previsti (entrate per assunzioni a tempo indeterminato e determinato e per attivazioni di forme di lavoro flessibile) per il secondo trimestre 2024, sono 14.180, con una variazione di + 2.280 unità rispetto allo stesso periodo del 2023. Per il solo mese di aprile le entrate sono 3.770, con una variazione del +780 su aprile 2023. In provincia di Rimini gli ingressi per il secondo trimestre, sono, invece, 26.910, con una variazione di +2.390 unità rispetto allo stesso periodo del 2023. Per il solo mese di aprile le entrate sono 6.330, con una variazione del +860 su aprile 2023.