10 GIUGNO 2024

16:47

NOTIZIA DI CRONACA

DI

845 visualizzazioni


10 GIUGNO 2024 - 16:47


NOTIZIA DI CRONACA

DI

845 visualizzazioni



RIMINI: Caso Pierina, la difesa chiederà l'incidente probatorio sul Dna

Bloccata per il momento la comparazione dei Dna sulle macchie di sangue e biologiche trovate sul cadavere di Pierina Paganelli e sulla scena del crimine. Si farà in incidente probatorio con consulente tecnico nominato dal gip. L'avvocato che rappresenta la difesa di Louis Dassilva, il 34enne senegalese unico indagato per l'omicidio volontario aggravato della 78enne accoltellata a Rimini al rientro da una adunanza dei Geova il 3 ottobre del 2023, ha chiesto alla Procura di "congelare" i test, in attesa. Entro 10 giorni presenterà all'ufficio gip del Tribunale di Rimini la richiesta di incidente probatorio per l'espletamento degli esami irripetibili di laboratorio. E' stato lo stesso sostituto procuratore della Repubblica di Rimini a dare comunicazione della sospensione in attesa del conferimento incarico del consulente nominato dal gip. Nella sostanza, il giudice terzo sarà garanzia che i test di laboratorio vengano eseguiti in maniera oggettiva nel rispetto delle parti. 




ALTRE NOTIZIE DI CRONACA

ROMAGNA: Economia, l’inflazione nel primo semestre del 2024 rimane stabile | VIDEO

Nel mese di giugno si stabilizza l’inflazione nella provincia di Forlì-Cesena e diminuisce in quella di Rimini, lo attestano i dati ISTAT, elaborati dall’Osservatorio economico e sociale della Camera di commercio della Romagna. Nel dettaglio, in entrambe le province, la tendenza risulta crescente nei primi tre mesi dell’anno per poi calare dal mese di aprile. Nello specifico, nei primi sei mesi scendono i prezzi delle comunicazioni e dei beni energetici mentre si registra un aumento negli altri capitoli di spesa.  A giugno l’inflazione, a livello nazionale, si è mantenuta sullo stesso livello dei due mesi precedenti (+0,8%). La stabilizzazione del ritmo di crescita si deve principalmente al venir meno delle tensioni sui prezzi dei beni alimentari non lavorati, i cui effetti compensano l’attenuazione delle spinte deflazionistiche provenienti dal settore energetico. Nei primi sei mesi del 2024 la variazione media dell’indice dei prezzi al consumo per l’intera collettività (NIC) per la Provincia di  Forlì-Cesena, rispetto a gennaio-giugno 2023, è stata pari a +0,6%, inferiore a quella regionale (+0,9%) e nazionale (+0,9%). La tendenza risulta essere crescente nei primi tre mesi per poi calare da aprile (da +0,7% a +0,6% di maggio e giugno). Per la provincia di Rimini, nei primi sei mesi dell’anno, la variazione media dell’indice dei prezzi al consumo, rispetto allo stesso periodo del 2023, è stata, invece, pari a +1,5%.