14 MAGGIO 2024

08:53

NOTIZIA DI CRONACA

DI

650 visualizzazioni


14 MAGGIO 2024 - 08:53


NOTIZIA DI CRONACA

DI

650 visualizzazioni



FORLI’: Omicidio Severi, Pm chiede l’ergastolo per il fratello | VIDEO

Richiesta di ergastolo per Daniele Severi da parte della Pm Federica Messina al termine della sua requisitoria, durata alcune ore, nel tardo pomeriggio di ieri, al processo in corso in corte d'assise a Forlì. Daniele, 64 anni, è in carcere dallo scorso 8 luglio, accusato di avere ucciso il fratello 53enne Franco Severi, il cui corpo, decapitato, è stato ritrovato lo scorso 22 giugno, nei pressi del suo casolare in località Cà Seggio nel comune di Civitella di Romagna. La requisitoria di Messina, durata 5 ore, ha sottolineato la gravità del crimine e ha chiesto anche l'isolamento diurno per l'imputato. Le prove presentate contro Daniele includono guanti e scarpe con tracce di sangue della vittima, suggerendo una pianificazione dettagliata del delitto. Anche la moglie di Daniele, Monia Marchi, è accusata di falsa testimonianza per aver cercato di coprire il marito durante le indagini. L'avvocato dei fratelli di Franco, Max Starni, ha confermato la colpevolezza di Daniele, sottolineando la coerenza delle prove contro di lui. Starni ha rivelato che Daniele ha venduto la sua casa per evitare futuri risarcimenti. Per l’avvocato, Daniele avrebbe nascosto la testa di Franco «grazie alla sua abilità professionale, visto che al 118 si occupava di raccogliere i cadaveri per strada senza mai sporcarsi», cosi si legge sulla stampa locale. L’avvocato  ha chiesto, inoltre, un risarcimento di 5 milioni per i fratelli della vittima. Daniele Severi, difeso dagli avvocati Massimiliano Pompignoli e Maria Antonietta Corsetti, si è sempre dichiarato innocente.




ALTRE NOTIZIE DI CRONACA

RIMINI: Generale Garofano, 'l'omicidio di Pierina è stato premeditato'

Quello di Pierina Paganelli "è un omicidio che è stato preparato, ossia premeditato". Lo ha detto questa mattina il generale Luciano Garofano, ex comandante del reparto di investigazioni scientifiche del Ris di Parma e ora consulente della difesa della nuora, dopo un sopralluogo nei garage di via del Ciclamino a Rimini, dove il 3 ottobre 2023 è stata uccisa Pierina Paganelli di 78 anni. "Qui le vie di entrate e di uscita sono tra le più abbondanti. Mi sembra un luogo dove si può entrare e uscire molto rapidamente senza essere intercettati o visti", ha aggiunto il generale. Quindi un posto dove poter programmare di uccidere qualcuno senza essere visti. Garofano accompagnato da Davide Barzan, consulente della difesa di Manuela Bianchi, la nuora di Pierina, questa mattina ha fatto un primo sopralluogo in vista dei test di laboratorio che saranno fatti una volta fissata la data nell'udienza di incidente probatorio davanti al gip del Tribunale di Rimini. "Manuela è intervenuta su una scena che potrebbe rivelare le sue tracce - ha poi detto Garofano - e quindi è giusto tutelarla come parte offesa". Fu la Bianchi infatti a rinvenire la mattina del 4 ottobre il cadavere della 78enne.