10 MAGGIO 2024

16:03

NOTIZIA DI CRONACA

DI

857 visualizzazioni


10 MAGGIO 2024 - 16:03


NOTIZIA DI CRONACA

DI

857 visualizzazioni



EMILIA-ROMAGNA: Un anno dall'alluvione, il 15 giugno il ricordo a Faenza | VIDEO

E' passato un anno dall'alluvione. L'Emilia-Romagna ha dovuto fare i conti con la perdita di 17 vite e 8,5 miliardi di danni certificati all’Unione europea. Danni ai privati, a infrastrutture, alle imprese, al settore agricolo. Decine di migliaia gli sfollati. Per ricordare le vittime e ringraziare i volontari verrà organizzato un evento il prossimo 15 giugno al PalaCattani di Faenza a cui parteciperanno Protezione civile, istituzioni, forze dell'ordine e mondo del volontariato. L'iniziativa si intitola "Alluvione, un anno dopo. Una giornata per dire grazie". Ad annunciarlo, la vicepresidente della Regione, Irene Priolo affiancata dal presidente Stefano Bonaccini. Intanto la macchina dei risarcimenti fatica a prendere slancio anche per via del fatto che, finora, non è previsto il rimborso per i beni mobili. Le domande sulla piattaforma Sfinge fa il punto la Regione sono appena 1.900 su 50mila potenziali e la cifra stanziata per i risarcimenti non è ancora completamente a disposizione. E' stato portato a termine circa un terzo degli oltre 400 cantieri aperti e si sta lavorando al Piano speciale definitivo di ricostruzione, che verrà approvato dalla struttura commissariale entro giugno. La Regione ha stanziato finora contributi per 100 milioni di euro.

 

 

 

 




ALTRE NOTIZIE DI CRONACA

RIMINI: Muore dopo una serata in discoteca, disposta l'autopsia

Sarà fatta mercoledì l'autopsia sul corpo di Daniele Di Marino, il professore di biologia molecolare di 42 anni morto sabato sera sul lungomare di Bellaria Igea Marina dopo una serata in un locale sulla spiaggia. La Procura della Repubblica di Rimini ha aperto un fascicolo contro ignoti e probabilmente ancora senza ipotesi di reato in attesa dei risultato autoptici e i test tossicologici. Un atto dovuto anche in seguito alla segnalazione della moglie che si trovava con il professore al momento del malore fatale. Stando alla donna, incinta all'ottavo mese, il marito si è sentito male subito dopo essere uscito dal locale intorno alle 23.30. Sul posto erano intervenuti i carabinieri di Bellaria Igea Marina e il 118 che aveva provato a rianimare il professore per 50 minuti. Il referto del medico del 118 era stato che la morte poteva anche essere compatibile con cause violente. Stando a quanto riferito dalla moglie, Di Marino nel locale aveva ballato, "pogando" in pista e potrebbe in quel caso aver preso degli spintoni al torace e dei colpi alla testa.