30 APRILE 2024

08:50

NOTIZIA DI CRONACA

DI

380 visualizzazioni


30 APRILE 2024 - 08:50


NOTIZIA DI CRONACA

DI

380 visualizzazioni



FERRARA: Ucciso in un bar, chiusa indagine su padre e figlio

La Procura di Ferrara ha notificato l'avviso di conclusione delle indagini relative all'omicidio di Davide Buzzi, l'uomo di 42 anni ucciso la notte del primo settembre scorso all'interno del bar Big Town, in via Bologna a Ferrara, dove era andato in compagnia di un 21enne con l'intento di aggredire e minacciare il titolare del locale. La procura, riportano i quotidiani locali, accusa Vito Mauro Di Gaetano, 43 anni, titolare del bar, e suo padre Giuseppe, 70 anni, di concorso in omicidio volontario aggravato dall'aver agito con crudeltà. Entrambi, detenuti nel carcere di Ferrara, sono anche accusati per il tentato omicidio del 21enne che accompagnava la vittima, Lorenzo Piccinini, a sua volta in carcere a Modena e indagato per aver concorso quella notte nel tentativo di estorsione messo in piedi dallo stesso Buzzi (che aveva chiesto tremila euro al mese come risarcimento per la morte del figliastro avvenuta a metà agosto davanti al locale, dopo l'assunzione di cocaina). Quella notte Buzzi e Piccinini si erano presentati nel locale con una tanica di benzina e, dopo il fuggi-fuggi di tutti i clienti, avevano lanciato sedie e tavolini e colpito violentemente Giuseppe Di Gaetano. Questi reagì accoltellando Piccinini all'addome, provocandogli una ferita molto grave e che solo per poco non ha toccato organi vitali. I Di Gaetano presero il sopravvento, fino a che Buzzi non venne raggiunto da varie coltellate da parte del 70enne, una potenzialmente letale alla gola, e da bottigliate e colpi di chiave inglese da parte di Mauro Di Gaetano che si accanì, quando Buzzi era già in evidente affanno respiratorio, rompendogli le ossa facciali con 37-38 colpi inferti con un grosso lucchetto, provocando la morte del 42enne




ALTRE NOTIZIE DI CRONACA