25 MAGGIO 2023

07:38

NOTIZIA DI CRONACA

DI

1818 visualizzazioni


25 MAGGIO 2023 - 07:38


NOTIZIA DI CRONACA

DI

1818 visualizzazioni



BOLOGNA: Familiari delle vittime della Uno Bianca chiedono nuove indagini | VIDEO

Un esposto di 250 pagine per chiedere che vengano riaperte le indagini su delitti della banda della Uno Bianca che, tra il 1987 e il 1994, terrorizzò l’Italia causando 23 morti e oltre 100 feriti, guidata dai fratelli Savi, che stanno scontando l’ergastolo. La richiesta arriva da parte di circa 14 familiari delle vittime alla Procura di Bologna, a quella nazionale antiterrorismo e a quella di Reggio Calabria, che indagò sulla Falange Armata. Il documento è firmato anche da Ludovico Mitilini, fratello di Mauro, un altro carabiniere ucciso al Pilastro dalla Uno Bianca come Stefanini. Alla base dell’esposto, ha spiegato l'avvocato Alessandro Gamberini, c’è “un legame mai indagato tra la banda di terroristi, il cui obiettivo era spargere panico nella popolazione, e la strategia della tensione”. Il sospetto è che, dietro alle azioni della banda, ci siano stati altri mandanti e una complicità anche negli apparati dello Stato. In particolare, i familiari chiedono di approfondire la posizione dell’ex brigadiere dei Carabinieri, Domenico Macauda, già condannato per calunnia. Non tutti i parenti, però, hanno sottoscritto l'esposto, a partire dalla presidente dell'associazione Rosanna Zecchi e dal vicepresidente Alberto Capolungo che chiedono di attendere la digitalizzazione di tutti gli atti giudiziari.




ALTRE NOTIZIE DI CRONACA