27 MARZO 2023

09:27

NOTIZIA DI CRONACA

DI

815 visualizzazioni


27 MARZO 2023 - 09:27


NOTIZIA DI CRONACA

DI

815 visualizzazioni



FAENZA: Start up fasulla, sequestrati 70mila euro di beni a imprenditore

La Guardia di Finanza di Faenza, nel Ravennate, ha sequestrato beni del valore di oltre 70.000 euro a un imprenditore faentino operante nel settore della promozione pubblicitaria, accusato di aver creato, a fine 2019, una fantomatica “start up innovativa” nel campo della creazione dei portali web, risultata poi del tutto inesistente. L’uomo aveva messo in atto la truffa per poter drenare risorse pubbliche e ottenere un finanziamento agevolato garantito dal Fondo nazionale per le piccole e medie imprese e contro garantito dal Fondo Europeo per gli investimenti strategici, di fatto poi utilizzato per ripianare i debiti di un’altra sua differente società, in avanzato stato di insolvenza. Per riuscire nel suo intento, l’imprenditore chiedeva ai suoi creditori di stornare le fatture fatte in passato alla sua impresa decotta e di riaddebitare, con nuove fatture, evidentemente false, gli stessi importi alla start up, così da essere pagati con i fondi illeciti nel frattempo concessi dall’istituto di credito.




ALTRE NOTIZIE DI CRONACA

RIMINI: Fuggono ai controlli, investono una persona e urtano veicoli, fermati tre cinesi

Attorno alle 02:15 di sabato in viale Regina Margherita altezza intersezione via Latina a Miramare  2 pattuglie della squadra di della Polizia Locale di Rimini stavano effettuando dei controlli etilometrici quando una Jeep Renegade con 3 cinesi a bordo (uomo alla guida e 2 donne) si è data improvvisamente alla fuga, facendo scattare un inseguimento ad alta velocità in direzione Nord. all'altezza dell'intersezione via Regina Elena/Pascoli la Jeep ha investito una Volkswagen Polo in transito ferendo il conducente e ha travolto un monopattino ferendo il ragazzo alla guida, ma anche un'AUDI A4, una Peugeot 207 e un Fiat Ducato sono state colpite in sosta. Nell'impatto con l'AUDI la Jeep ha perso una ruota e fuori controllo ha abbattuto un palo dell'ENEL che sosteneva anche la linea filobus e ha terminato la sua corsa schiantandosi dentro la porta d'ingresso dell' I-Suite hotel. Gli occupanti del veicolo hanno cercato di nascondersi scendendo una scala di servizio esterna dell'albergo. All'arrivo degli agenti sono stati fermati. Viale Regina Elena è stata chiusa per rilievi dei sinistri e messa in sicurezza delle linee elettriche.