23 DICEMBRE 2023

18:23

NOTIZIA DI CRONACA

DI

1845 visualizzazioni


23 DICEMBRE 2023 - 18:23


NOTIZIA DI CRONACA

DI

1845 visualizzazioni



RIMINI: Il corpo di un giovane ritrovato in mare, aveva 19 anni

Il corpo senza vita di un giovane di origine cinese è stato ritrovato in mare all'altezza del bagno 142 di Rimini. A dare l'allarme, attorno alle 14.30, una ragazza che stava passeggiando sulla spiaggia, quando si è accorta di una sagoma in acqua. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, che hanno recuperato il corpo senza vita del giovane. Si tratterebbe di un ragazzo di 19 anni residente a Modena e di origine cinese. E' stato trovato in mare completamente vestito, con uno zaino sulle spalle. I rilievi sono stati affidati alla capitaneria di porto di Rimini, che avrà ora il compito di far luce sulla dinamica della tragedia. Il magistrato di turno Annadomenica Gallucci probabilmente disporrà l'autopsia. Sul corpo non sarebbero stati evidenziati segni di violenza.




ALTRE NOTIZIE DI CRONACA

BOLOGNA: Rapinato magistrato in pensione, arrestati due giovani

Nel primo pomeriggio dello scorso 3 agosto in centro a Bologna, tre giovani di origine romena hanno aggredito un magistrato in pensione sotto casa per portargli via un orologio di valore. Sono scattate le indagini dei militari del nucleo investigativo, coordinate dalla Procura, che hanno accertato che il gruppo, composto da un 19enne, un 21enne e un 24enne, aveva probabilmente intercettato l'ex magistrato, che dopo l'episodio è stato anche medicato dal 118, già nel locale dove era stato a pranzo. Dopo l'aggressione, il gruppo è fuggito a bordo di un'auto che, dagli accertamenti, è risultata essere intestata a un 49enne di origine marocchina, estraneo ai fatti, con precedenti alle spalle e residente in provincia di Milano. Passati al setaccio le immagini delle telecamere di sorveglianza, i tabulati telefonici e i profili social: in quello del 24enne era stato postato un video nel quale esibiva tre orologi preziosi. I carabinieri, da queste indagini, hanno raccolto elementi utili per fare luce anche su un episodio avvenuto la sera del 28 settembre scorso a Calderino, frazione del Comune di Monte San Pietro nel Bolognese. Un automobilista, in via Lavino, è stato aggredito da un giovane a piedi che lo ha fermato con la scusa di avere indicazioni stradali e ha tentato di portargli via l'orologio di valore che indossava. Alcuni passanti sono intervenuti e hanno allontanato l'aggressore che i militari hanno scoperto essere il 19enne, il più giovane del gruppo di banditi. Letti gli atti del procedimento, il pm ha emesso un fermo di indiziato di delitto nei confronti dei tre: il 24enne e il 19 sono già stati accompagnati dai carabinieri in carcere, il 21enne è ancora ricercato.