27 NOVEMBRE 2023

16:24

NOTIZIA DI CRONACA

DI

1572 visualizzazioni


27 NOVEMBRE 2023 - 16:24


NOTIZIA DI CRONACA

DI

1572 visualizzazioni



SAVIGNANO SUL R.: Ciclista 74enne ucciso, fissata data funerali | FOTO

La Procura di Forlì ha dato il via libera alla sepoltura di Gino Bolognesi, il 74enne investito da un’auto mentre era in bicicletta a Savignano sul Rubicone, nel Cesenate, lo scorso 21 novembre e morto il giorno successivo all’ospedale Bufalini di Cesena. Il conducente dell’auto, un 28enne, è indagato per omicidio stradale. I carabinieri intervenuti sul posto stanno tuttora cercando di ricostruire la dinamica, ma non ci sono testimoni. I funerali della vittima si terranno il 29 novembre alle 15 nella chiesa di Santa Lucia. I familiari, seguiti dallo Studio3A-Valore SpA, chiedono ora di fare piena luce sull’accaduto. 




ALTRE NOTIZIE DI CRONACA

BOLOGNA: Maltrattamenti e estorsione alla ex, allontanato da casa

I carabinieri della stazione Bolognese hanno eseguito una misura di allontanamento dalla casa familiare e del divieto di avvicinamento alla ex moglie nei confronti di un 53enne italiano, accusato di maltrattamenti ed estorsione. Il provvedimento del Gip trae origine dalla presentazione di una querela, sporta dalla donna, 59enne, italiana. La vittima ha dichiarato ai carabinieri di essere legalmente separata dal 53enne, ma che nel 2022 aveva deciso di tornare a convivere con lui al solo scopo di aiutarlo in quanto dormiva per strada o in macchina. Tuttavia nel 2023 la situazione è tornata a degenerare a seguito della perdita del lavoro da parte del 53enne. Infatti da quel momento l'uomo ha cominciato nuovamente ad inveire nei confronti della ex moglie, con atteggiamenti sempre più violenti e rivolgendole frasi ingiuriose minacciandola di morte, questo dettato spesso dall'abuso di sostanze alcoliche o stupefacenti, tutto ciò sempre più frequentemente. La donna ha anche riferito ai militari che l'ex marito, il 9 gennaio, l'ha contattata chiedendole 40 euro per saldare un debito. Dopo essersi rifiutata però, l'avrebbe aggredita, chiudendola in camera da letto e urlandole di darle i soldi. Per paura che potesse farle del male la 59enne, dopo essersi andata in banca, gli ha consegnato i soldi.