8 OTTOBRE 2023

10:26

NOTIZIA DI CRONACA

DI

2510 visualizzazioni


8 OTTOBRE 2023 - 10:26


NOTIZIA DI CRONACA

DI

2510 visualizzazioni



RIMINI: Delitto di Pierina, è giallo, si scandaglia la vita privata dei familiari | VIDEO

In primo piano il delitto a Rimini della pensionata di 78anni. Gli inquirenti stanno analizzando la vita privata dei familiari e il ruolo di un terzo uomo. Vediamo.

 

E’ un giallo in piena regola quello dell’omicidio a Rimini di Pierina Paganelli, la 78enne ammazzata con almeno 17 coltellate la sera di martedì e ritrovata cadavere la mattina seguente dalla nuora, Manuela Bianchi. Il sostituto procuratore che segue il caso, Daniele Paci, sta coordinando la indagini non tralasciando alcun particolare: si sta scandagliando nella vita privata dell’anziana, dei suoi parenti più stretti e dei vicini di casa e sebbene non ci sia ancora alcun nome nel registro degli indagati è nei dettagli che si cerca la risposta per chiudere il caso. Il garage e l’appartamento del consuocero sono stati dissequestrati mentre nelle scorse ore sono stati nuovamente sentiti la nuora e un terzo uomo che secondo gli inquirenti potrebbe essere il suo amante. La donna ha cancellato inspiegabilmente decine di post sui suoi social network che dimostravano una certa rabbia e frustrazione, non chiaro però verso di chi. La signora Bianchi è la moglie del figlio di Pierina, il 53enne Giuliano Saponi, rimasto vittima di un misterioso grave incidente in bicicletta a maggio e tuttora ricoverato. Nel frattempo è emerso che la sorella della 78enne uccisa ha ricevuto, poche ore dopo il delitto, una telefonata minacciosa che diceva “la prossima sarai tu”. La Squadra Mobile della questura riminese continua a cercare l’arma del delitto mentre appare chiaro che il killer è stato mosso da una rabbia particolare verso la vittima, che conosceva bene esattamente come il luogo di questo omicidio, quell’accesso ai box auto tramite il cui Pierina, al ritorno dalle preghiere alla Sala del regno dei Testimoni di Geova, utilizzava abitualmente e in cui ha trovato la morte. (AGI) BO2




ALTRE NOTIZIE DI CRONACA

BOLOGNA: Maltrattamenti e estorsione alla ex, allontanato da casa

I carabinieri della stazione Bolognese hanno eseguito una misura di allontanamento dalla casa familiare e del divieto di avvicinamento alla ex moglie nei confronti di un 53enne italiano, accusato di maltrattamenti ed estorsione. Il provvedimento del Gip trae origine dalla presentazione di una querela, sporta dalla donna, 59enne, italiana. La vittima ha dichiarato ai carabinieri di essere legalmente separata dal 53enne, ma che nel 2022 aveva deciso di tornare a convivere con lui al solo scopo di aiutarlo in quanto dormiva per strada o in macchina. Tuttavia nel 2023 la situazione è tornata a degenerare a seguito della perdita del lavoro da parte del 53enne. Infatti da quel momento l'uomo ha cominciato nuovamente ad inveire nei confronti della ex moglie, con atteggiamenti sempre più violenti e rivolgendole frasi ingiuriose minacciandola di morte, questo dettato spesso dall'abuso di sostanze alcoliche o stupefacenti, tutto ciò sempre più frequentemente. La donna ha anche riferito ai militari che l'ex marito, il 9 gennaio, l'ha contattata chiedendole 40 euro per saldare un debito. Dopo essersi rifiutata però, l'avrebbe aggredita, chiudendola in camera da letto e urlandole di darle i soldi. Per paura che potesse farle del male la 59enne, dopo essersi andata in banca, gli ha consegnato i soldi.