18 GIUGNO 2019

16:38

NOTIZIA DI CRONACA

DI

746 visualizzazioni


18 GIUGNO 2019 - 16:38


NOTIZIA DI CRONACA

DI

746 visualizzazioni



FERRARA: Agente penitenziario aggredito da un detenuto

Un detenuto sottoposto al regime della sorveglianza speciale (articolo 14 bis dell’ordinamento penitenziario) ha aggredito un agente della polizia penitenziaria, colpendolo con un pugno in faccia: è successo sabato scorso nel carcere di Ferrara dell’Arginone. A renderlo noto sono Giovanni Battista Durante e Francesco Campobasso, rispettivamente segretario generale aggiunto e segretario nazionale del Sappe, il sindacato autonomo di polizia penitenziaria. “Ricordiamo che in base all’art. 14 bis possono essere sottoposti a regime di sorveglianza particolare – sottolineano i due rappresentanti del Sappe - per un periodo non superiore a sei mesi i detenuti che con i loro comportamenti compromettono la sicurezza negli istituti penitenziari; quelli che con la violenza o la minaccia impediscono le attività degli altri detenuti; quelli che nella vita penitenziaria mettono in stato di soggezione altri detenuti. Il detenuto in questione – precisano Durante e Campobasso - si era già reso responsabile di atti di aggressione nei confronti del personale di polizia penitenziaria”. L’agente aggredito è stato curato in ospedale dove ha ricevuto sette giorni di prognosi.




ALTRE NOTIZIE DI CRONACA

RIMINI: Spaccio in pizzeria, arrestato il titolare, sequestrata droga e contanti | FOTO

La Polizia Locale di Rimini ha concluso ieri un’importante operazione, con l’arresto, per spaccio, del titolare di una pizzeria, classe '92. Dalle due perquisizioni, avvenute sia nel locale che in casa dell’uomo, sono stati rinvenuti circa 400 grammi di sostanze stupefacenti e oltre 27 mila euro, ritenuti provento dell’attività illecita. Un’operazione iniziata da qualche settimana in seguito a diverse segnalazioni da parte di cittadini. Gli agenti in borghese, con diversi servizi di osservazione e pedinamento, hanno verificato per qualche tempo la presenza di persone che stazionavano nel locale per brevissimo tempo e ne uscivano senza acquistare i prodotti del locale. Da lì, la decisione di intervenire, avvenuta ieri pomeriggio, quando gli agenti sono entrati nella pizzeria. Subito il titolare ha consegnato loro, spontaneamente, quattro dosi di marijuana e hashish, che erano appoggiate sul frigorifero, del peso complessivo di circa 30 grammi e un bilancino di precisione. Dalla successiva perquisizione del locale è emerso che l’uomo nascondeva, nel retro dell'attività, altre sostanze stupefacenti per circa 370 grammi, prevalentemente di tipo marijuana e hashish, con anche 13 dosi di cocaina. Oltre a 2400 euro, trovati nelle tasche dei suoi pantaloni. Droga e denaro che sono stati sottoposti a un primo sequestro. La perquisizione poi è proseguita anche nell’appartamento del titolare dove gli agenti hanno rinvenuto 25 mila euro, un altro bilancino di precisione e diversi ritagli e materiale necessario al confezionamento delle dosi.Al termine delle indagini il 32enne è stato posto in arresto con l’accusa di spaccio di sostanze stupefacenti e condotto nella Casa Circondariale di Rimini, dove attualmente è in attesa di convalida da parte del Giudice per le Indagini Preliminari.