27 OTTOBRE 2015

17:07

NOTIZIA DI CRONACA

DI

2696 visualizzazioni


27 OTTOBRE 2015 - 17:07


NOTIZIA DI CRONACA

DI

2696 visualizzazioni



(VIDEO) RIMINI: Morire sulla strada dei trans, 50enne si schianta in scooter

Ennesimo dramma della strada in Romagna dove questa volta a perdere la vita è stato un 50enne, Adriano Nunziata, che nella notte tra venerdì e sabato percorreva a bordo del suo scooter via Palmiri, a Rimini, zona notoriamente frequentata da transessuali che si prostituiscono. Secondo quanto ricostruito dalle forze dell'ordine, era circa l'una di notte quando l'uomo stava percorrendo quella via a fortissima velocità in direzione di Via Varisco, quando all'improvviso, nel superare una utilitaria, una Renault Clio si è schiantato contro la repentina apertura dello sportello della vettura. Non è chiaro se l'auto fosse o meno ferma con le quattro frecce, né da chi fosse occupata, ma fatto è che l'impatto è stato tremendo, in quanto né la vittima né tantomeno chi era seduto nell'auto si sono accorti uno dell'altro. Il 50enne è volato per diversi metri dall'impatto e nonostante indossasse il casco ha perso la vita sul colpo rimanendo sull'asfalto senza vita. Inutili purtroppo i soccorsi, sul posto, oltre al 118 con ambulanza e auto medicalizzata, sono intervenuti gli agenti della Polizia Stradale ed i Vigili del Fuoco, che hanno provveduto ai rilievi di rito per ricostruire la vicenda. Non chiaro per quale motivo la vittima stesse attraversando quelle vie, che ogni notte sono occupate da decine di trans che cercano clienti. Ennesima morte sulle strade romagnole e ancora una volta a bordo di un mezzo a due ruote. Dopo una estate tormentata, si spera ora che i periodi freddi riducano le vittime di moto e scooter.




ALTRE NOTIZIE DI CRONACA

BOLOGNA: Accoltellamento al centro di accoglienza, fermato 27enne

Un 27enne di origine tunisina è stato fermato dalla polizia per tentato omicidio aggravato. Ieri sera, in un centro di accoglienza in periferia a Bologna, ha accoltellato un 59enne di origine marocchina con il quale, il giorno prima, aveva litigato per denaro. In base a quanto ricostruito dagli agenti della squadra mobile e del commissariato Bolognina-Pontevecchio, il 27enne aveva accusato l'altro di avergli rubato 300 euro e lo aveva raggiunto nella struttura di via Pallavicini per riprendersi la somma sottratta. Il 59enne, entrato in camera insieme a un altro ospite, ha scoperto il 27enne mentre stava forzando il suo armadietto: ha cercato di fermarlo ed è stato colpito con un fendente. Il giovane è scappato mentre una operatrice si è accorta di quanto era accaduto e ha chiamato i soccorsi. Il 59enne, in gravi condizioni, è stato accompagnato all'Ospedale Maggiore dove ha subito un intervento: la prognosi rimane riservata, non risulterebbe in pericolo di vita. Gli agenti si sono messi sulle tracce dell'aggressore individuandolo, grazie alla localizzazione del telefono cellulare, in via Due Madonne: è stato accompagnato in Questura e sottoposto al fermo di indiziato di delitto per tentato omicidio aggravato. Ora è in carcere in attesa dell'udienza di convalida.