Cesena

Thumbnail CESENA: Pd, festa per Schlein, Bonaccini e De Pascale

CESENA: Pd, festa per Schlein, Bonaccini e De Pascale

Sullo stesso palco alla festa regionale del Pd dell'Emilia-Romagna la segretaria nazionale Elly Schlein, l'ex presidente della Regione Stefano Bonaccini e il candidato ad essere suo successore, Michele de Pascale, sindaco di Ravenna. Con loro anche il sindaco di Cesena, Enzo Lattuca. E' il momento clou della festa, con un bagno di folla che ha accolto l'arrivo di Schlein, applaudita tra i padiglioni del parco dove si tiene la festa, salutata dai volontari del ristorante che le hanno offerto pezzi di piadina. "Siamo pronti ad affrontare una nuova campagna di confronto coi cittadini. Non siamo sazi, non ci fermeremo. Guarderemo avanti. E abbiamo le migliori condizioni politiche per farlo", ha detto Lattuca In Emilia-Romagna "abbiamo una candidatura fortissima, di un bravo amministratore, Michele de Pascale, che ha dimostrato di avere la capacità di guidare una comunità nelle fase più difficile di questi anni, pandemia e alluvione, sapendo coniugare la pragmaticità di dare risposte concrete ai bisogni dei cittadini con una grande visione del futuro". Lo ha detto Elly Schlein, segretaria del Pd, arrivando alla festa dell'Unità di Santa Sofia (Forlì) insieme al sindaco di Ravenna e candidato alle Regionali al parco fluviale. Per Schlein "in questa terra serve dar continuità al buon governo di questi anni ma al contempo innovare, non sedersi mai sui risultati ma provare sempre a migliorarsi ogni giorno. Michele ha lo spirito giusto, attorno ci sarà una coalizione molto articolata che condivide un progetto di futuro che dobbiamo scrivere insieme". Le priorità "ci sono già chiare, a partire dalla sanità pubblica e dalla sua difesa dai tagli di questa destra, poi la questione del sociale, le persone non autosufficienti, un grande investimento sull'educazione a partire dai nidi". "Penso a come portiamo mano nella mano l'industria e l'agricoltura di questa regione davanti ai cambiamenti della conversione ecologica. Servono investimenti, risorse, servono le politiche giuste. Sono queste le cose che abbiamo messo avanti, oltre ai diritti delle persone, tutte. La chiave è sapere innovare dando continuità alla buona amministrazione"

Thumbnail CESENATICO: Celebrata la trentatreesima Bandiera Blu | FOTO

CESENATICO: Celebrata la trentatreesima Bandiera Blu | FOTO

La Bandiera Blu rappresenta ormai una bella abitudine per Cesenatico che da qualche anno a questa parte la onora nel migliore dei modi anche grazie alla presenza di Claudio Mazza - Presidente FEE Italia - che è giunto da Roma sulla terrazza del Bagno Milano per celebrare il trentatreesimo riconoscimento conferito alle spiagge della città insieme al sindaco Matteo Gozzoli, alla vicesindaco Lorena Fantozzi e all’assessore Jacopo Agostini. Un momento simbolico sì ma anche concreto e tangibile con la Bandiera Blu che è stata issata e svetterà sul litorale ancora una volta. La località è stata premiata per il rispetto dei criteri relativi alla gestione sostenibile del territorio, allo scopo di indirizzare la gestione delle località partecipanti verso un processo di sostenibilità ambientale. Cesenatico ha visto il suo riconoscimento esteso a tutte le spiagge quindi Zadina, Ponente, Levante, Valverde e Villamarina. Numerosi sono i parametri per l’assegnazione di questo riconoscimento; si parte dalla qualità delle acque di balneazione e dai regolari campionamenti effettuati nel corso della stagione estiva. Se questi criteri sono stati rispettati si passa alle verifiche sull’efficienza della depurazione delle acque reflue e della rete fognaria, la raccolta differenziata e la corretta gestione dei rifiuti pericolosi, la presenza di vaste aree pedonali, piste ciclabili, arredo urbano curato, aree verdi, i servizi delle spiagge compreso personale addetto al salvamento e l’accessibilità per tutti. Viene inoltre valutato l’ampio spazio dedicato ai corsi d’educazione ambientale, rivolti in particolare alle scuole e ai giovani, ai turisti e residenti, il Turismo e gli stabilimenti balneari, la pesca professionale e la diffusione dell’informazione su Bandiera Blu. Solo le località le cui acque sono risultate eccellenti nella stagione precedente possono presentare la candidatura. Vengono valutati anche l’ottenimento da parte dei Comuni di finanziamenti Europei ottenuti e volti alla mobilità sostenibile e con finalità ambientali come l'istituzione di aree ciclabili, bicibus e piedibus, e nuovi servizi per i trasporti pubblici. Nel corso della stagione estiva tutte le località insignite della Bandiera Blu sono soggette a visite di controllo, al fine di verificare la conformità ai criteri stabiliti dal Programma.


TUTTE LE NOTIZIE DI CESENA