10 GIUGNO 2024

10:35

NOTIZIA DI ATTUALITÀ

DI

659 visualizzazioni


10 GIUGNO 2024 - 10:35


NOTIZIA DI ATTUALITÀ

DI

659 visualizzazioni



ROMAGNA: Amministrative, maratona elettorale dalle ore 14 su Teleromagna | FOTO

Speciale elezioni amministrative, lunga diretta oggi pomeriggio su Teleromagna dalle ore 14.

La maratona elettorale sarà condotta dal nostro direttore responsabile Ludovico Luongo supportato dai collegamenti dalle varie città al voto tra cui Forlì, Cesena, Santarcangelo, Bellaria e Cervia, curati dalla redazione giornalistica. Diversi gli ospiti in studio tra cui Manuel Poletti (direttore Setteserequi), Jacopo Morrone (deputato Lega), Massimiliano Pompignoli (Consigliere regionale Lega), Lia Montalti (Consigliera regionale PD), Luca Bartolini (componente direttivo FDI Forlì Cesena), per commentare le operazioni di spoglio e i risultati finali di queste amministrative 2024.

 




ALTRE NOTIZIE DI ATTUALITÀ

FERRARA: Doppia operazione pacemaker e femore per 106enne all'ospedale di Cento

Prima l'impianto di un pacemaker e poi, a stretto giro, un intervento al femore: a rendere “speciale” il susseguirsi di queste due operazioni chirurgiche, svolte all'Ospedale di Cento nel Ferrarese, l'età della paziente: una signora di 106 anni, Aide Borgatti, classe 1918, nata negli Stati Uniti d'America, dove il padre - racconta l'Ausl in una nota - si era trasferito durante la prima guerra mondiale e che, agli inizi di maggio, si è fratturata il femore destro. Subito dopo l'incidente l'anziana è stata ricoverata presso la divisione di Ortopedia del nosocomio centese diretta dal dottor Luca Castagnini dove dopo alcune ore è stata sottoposto ad un intervento di osteosintesi della frattura. Sempre all'ospedale di Cento la signora era stata sottoposta ad impianto di pacemaker. "Chiaramente una paziente di 106 anni pone qualche preoccupazione - osserva il dottor Castagnini -: questo nonostante le sue condizioni generali fossero buone. La frattura del femore nell'anziano, in passato, prima dell'avvento di nuove metodiche chirurgiche, rappresentava un fattore prognostico infausto per molti pazienti. Questo in relazione soprattutto alla necessità di un allettamento prolungato". Dieci giorni dopo il ricovero la signora Aide è stata trasferita, per proseguire la fisioterapia prima in una lungodegenza, poi presso una struttura riabilitativa, dove tuttora prosegue la rieducazione al cammino. Al controllo, ad un mese dall'intervento, sta bene.