26 APRILE 2024

10:47

NOTIZIA DI ATTUALITÀ

DI

642 visualizzazioni


26 APRILE 2024 - 10:47


NOTIZIA DI ATTUALITÀ

DI

642 visualizzazioni



EMILIA-ROMAGNA: Turismo, crescono nel trimestre le presenze | VIDEO

Nel primo trimestre dell’anno sono cresciute le presenze turistiche in Emilia-Romagna. L'aumento maggiore è quello della Riviera, ma vanno bene anche le località collinari e termali. Ecco i numeri.

 

I dati riferiti al trimestre gennaio-marzo di quest’anno confermano il buon stato di salute del turismo in Emilia-Romagna. Crescono infatti le presenze di italiani e stranieri, che superano i 3,9 milioni, con una crescita che sfiora il 10% rispetto allo stesso periodo del 2023. Ed è da segnalare il fatto che rispetto all’anno record pre pandemico, il 2019, l’aumento è addirittura del 12%.

Numeri che rallegrano soprattutto la Romagna dato che la sua Riviera fa da traino al settore regionale. In percentuale, la costa è quella che espande maggiormente i propri flussi: i pernottamenti sono stati un quarto in più quest’anno.

Analizzando i dati provincia per provincia, in Romagna la parte del leone la fa Rimini superando le 900 mila presenze nei primi tre mesi dell’anno. Ravenna e Forlì-Cesena hanno ciascuna un volume di circa un terzo rispetto a Rimini, ma registrano trend di crescita nettamente maggiori se si torna indietro di un anno.

Crescono in doppia cifra anche le località collinari, come Santa Sofia, Castrocaro, Brisighella e le colline riminesi, e migliorano le terme. In flessione l’Appennino, specie quello emiliano, a causa dell’inverno mite che ha portato poca neve.

La corsa di Bologna e Ferrara è molto più lenta se paragonata all’espansione dei flussi delle province romagnole, anche se è nel capoluogo di Regione che continua a concentrarsi la maggiore massa di presenze.




ALTRE NOTIZIE DI ATTUALITÀ

FAENZA: Musei in sconto con la FaenzaMuseiCard | VIDEO

Da sabato 15 giugno 2024 sarà attiva a Faenza la FaenzaMuseiCard, un nuovo strumento che invita il pubblico a fruire dell’opportunità di visitare tutti e tre i musei più importanti della città – Palazzo Milzetti Museo Nazionale dell’età neoclassica in Romagna, Pinacoteca Comunale di Faenza, Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza – offrendo una agevolazione sull’acquisto del biglietto di ingresso al secondo e terzo museo visitato. La tessera FaenzaMuseiCard, infatti, verrà consegnata gratuitamente al visitatore nel primo dei tre musei e permetterà di ottenere uno sconto di 2,00 € sul biglietto di ingresso ai due musei successivi. La Card ha una validità di tre giorni dal giorno dell’emissione. L’istituzione della FaenzaMuseiCard deriva da un accordo di valorizzazione tra la Direzione Regionale Musei Nazionali Emilia Romagna del Ministero della Cultura, l’Assessorato alla Cultura del Comune di Faenza e la Fondazione Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza, nell’obiettivo comune di promuovere e rendere sempre più noto al grande pubblico il patrimonio culturale della città, attraverso una collaborazione e valorizzazione reciproca dei tre musei, nell’intento di cogliere l’opportunità della condivisione e allargamento dei rispettivi pubblici. La cultura non può infatti avere confini dettati dalle differenze tra le varie istituzioni: il nostro patrimonio è costituito da una serie di relazioni così strette che vanno assolutamente svelate, nel piacere di condividerle in una prospettiva di inclusione e condivisione con le comunità e i diversi pubblici. Pertanto, tramite l’agevolazione che viene così attivata relativamente al biglietto di ingresso, la Card mira a segnalare in modo evidente, in particolare ai visitatori che vengono in visita dall’esterno, l’importante offerta culturale del territorio a cui appartengono i tre musei, i quali hanno condiviso l’idea di creare in primis tra loro una rete culturale volta alla valorizzazione dell’intera città di Faenza.