8 FEBBRAIO 2024

16:01

NOTIZIA DI ATTUALITÀ

DI

491 visualizzazioni


8 FEBBRAIO 2024 - 16:01


NOTIZIA DI ATTUALITÀ

DI

491 visualizzazioni



RIMINI: Commissione cultura E-R in trasferta per Capitale cultura 2026

La commissione Cultura dell'Assemblea legislativa dell'Emilia-Romagna si è riunita a Rimini per sostenerne la candidatura a Capitale italiana della cultura 2026 e ha visitato alcuni luoghi simbolo della città su cui si incentra il progetto ‘Vieni oltre. Il futuro è qui e ora’. La presidente Francesca Marchetti ha sottolineato come questo progetto “sia un’occasione importante per Rimini”, ricordando “la risoluzione approvata all’unanimità a novembre per allargare la candidatura alla Romagna, ferita dall’alluvione del maggio scorso”.

Per il sindaco di Rimini Jamil Sadegholvaad “la presenza dell’Assemblea è un segno di attenzione molto apprezzato”. “Questo territorio - ha spiegato - è stato per troppo tempo vissuto solo come terra della spiaggia e del divertimento. Credo, invece, che il nostro territorio abbia riscoperto negli anni di avere tanto da offrire dal punto di vista culturale in chiave contemporanea”.

L’assessore regionale alla Cultura Mauro Felicori ha colto nel progetto “una sfida”: “La prima grande sfida è il conflitto urbanizzazione-ambiente. Lo sviluppo della costa è stato negli anni uno sviluppo massiccio che ora va ripensato in chiave ambientale”.

Per Matteo Montevecchi (Lega) “la candidatura è una buona notizia per tutta la Regione, che ha l’occasione di valorizzare le sue bellezze storiche e archeologiche”. E ha chiesto però “un impegno per il recupero di palazzo Lettimi e dell’anfiteatro romano”.

“Ho apprezzato moltissimo le riqualificazioni degli ultimi anni. Rimini riesce a essere straordinariamente innovativa”, ha commentato Marilena Pillati (Pd). “Tutti quelli che tornano hanno scoperto una Rimini nuova e un volto legato all’arte e alla cultura bimillenaria”, ha aggiunto la dem Nadia Rossi. “Anche le critiche meritano attenzione per lavorare in sinergia e concretizzare l’obiettivo”, ha puntualizzato Luca Cuoghi (FdI).




ALTRE NOTIZIE DI ATTUALITÀ