10 GIUGNO 2023

11:26

NOTIZIA DI ATTUALITÀ

DI

677 visualizzazioni


10 GIUGNO 2023 - 11:26


NOTIZIA DI ATTUALITÀ

DI

677 visualizzazioni



EMILIA-ROMAGNA: Maltempo, Confagricoltura, "legge speciale per indennizzi"

Alla luce del maltempo che si è abbattuto sull'Emilia-Romagna "l'area delimitata dal decreto Alluvioni lascia fuori almeno il 30% del territorio colpito dall'evento calamitoso". E' quanto sostiene la Confagricoltura regionale secondo cui "serve una legge speciale per l'indennizzo dei danni arrecati a colture, fabbricati e strade poderali". A giudizio dell'associazione che segue costantemente la situazione, "è necessario procedere in tempi rapidi alla modifica del decreto adattandolo a uno scenario in continua evoluzione per dare subito risposte concrete, veloci e sicure a chi vuole ripartire. Bisogna accelerare anche sulla nomina del commissario straordinario". Anche perché, con le precipitazioni cadute in queste ore il perimetro dei dissesti si è ampliato "coinvolgendo più comuni in più province, da Bologna a Ferrara fino a Modena e Reggio Emilia, oltre alla Romagna che si dichiara ferita quasi al 100%." Quindi, evidenzia Confagricoltura Emilia-Romagna occorre "sia riconosciuto a tutte le aziende agricole danneggiate direttamente o indirettamente, purché sia dimostrabile il nesso causa-effetto con l'evento calamitoso, il diritto non solo all'indennizzo ma anche alle agevolazioni previste in termini di sospensive". Infine, conclude l'associazione servono fondi pubblici straordinari partendo "dalla revisione del Pnrr"




ALTRE NOTIZIE DI ATTUALITÀ

CESENA: Alluvione, Figliuolo, "a disposizione una dote da oltre 1,9 miliardi"

Sul fronte delle "risorse, al momento la mia dotazione" per fare fronte alle richieste di rimborso, "è sensibilmente aumentata, perchè ai 639 milioni iniziali si sono aggiunti 560 milioni previsti da una vecchia norma più i 700 milioni del credito d'imposta che a breve vedranno la luce nell'ordinanza quindi alla fine fanno più di 1,9 miliardi nella disponibilità del commissario". Così il generale Francesco Paolo Figliuolo, commissario straordinario alla ricostruzione post alluvione oggi a Cesena per un sopralluogo. "Al momento - ha osservato abbiamo soddisfatto 280 domande per un importo di 8,6 milioni di cui la metà erogata a cittadini e imprese che hanno fatto richiesta. Le domande piano piano stanno incrementando: la piattaforma c'è, funziona, I Comuni, la struttura commissariale con Invitalia stanno processando le domande e noi siamo pronti a concedere e erogare i contributi previsti quando la perizia è positiva". A chi gli chiedeva se ritenesse sufficiente una somma di 6.000 euro per il rimborsi dei beni mobili colpiti dall'alluvione, Figliuolo ha osservato che "da zero adesso ci sono 6.000 euro. Con le perizie fatte devo dire che il 50%" delle richieste "sono sotto e il 50% sopra. Poi - ha aggiunto - c'è da verificare chi ha ricevuto dei rimborsi dovuti ai contributi di immediato sostegno. Quindi non sono solo questi 6.000 euro ma ci sono altri tipi di contributi da cui uno potrebbe avere avuto dei rimborsi. Per quello che mi riguarda l'ordinanza sarà pronta la settimana prossima, la stiamo definendo poi andrà in assenso Regione e sarà operativa. La piattaforma Sfinge - ha concluso Figliuolo - è in grado di accogliere le domande a coloro che hanno già fatto domanda verrà erogato il contributo a saldo".