24 MAGGIO 2023

10:01

NOTIZIA DI ATTUALITÀ

DI

724 visualizzazioni


24 MAGGIO 2023 - 10:01


NOTIZIA DI ATTUALITÀ

DI

724 visualizzazioni



EMILIA-ROMAGNA: L’Università in soccorso di dipendenti e studenti alluvionati | VIDEO

Anche le università provano a rialzarsi dopo la drammatica ondata di maltempo e l’Alma Mater scende in campo con misure per i dipendenti, gli studenti e anche i territori alluvionati. I provvedimenti - che riguarderanno tutto il Multicampus e dunque anche Cesena, Forlì, Ravenna e Rimini - sono stati illustrati dal rettore dell’Alma Mater, Giovanni Molari. Per gli studenti, molti impegnati a spalare fango nei luoghi colpiti, la possibilità di esami e lezioni online anche registrate. In più, appelli straordinari a giugno e luglio, una sessione straordinaria di laurea a settembre ma non solo. Per i dipendenti oltre a telelavoro e smart working, anche misure di sostegno economico e una Banca solidale delle ferie.




ALTRE NOTIZIE DI ATTUALITÀ

ROMAGNA: Allerta gialla per temporali dalla mezzanotte di sabato alla mezzanotte di domenica

Dalla mezzanotte di oggi, sabato 22 giugno, alla mezzanotte di domani, domenica 23, sarà attiva l’allerta meteo, per temporali, emessa dall’Agenzia regionale di protezione civile e da Arpae Emilia-Romagna. L’allerta è gialla. L’allerta completa si può consultare sul portale Allerta meteo Emilia-Romagna e anche attraverso (@AllertaMeteoRER); sul portale sono presenti anche molti altri materiali di approfondimento, tra i quali le indicazioni su cosa fare prima, durante e dopo l’allerta. Nella giornata di domenica 23 giugno sono previste precipitazioni irregolari a carattere di rovescio o temporale, che a più riprese tenderanno ad interessare tutto il territorio regionale. Si prevede che i fenomeni, che potranno risultare anche di forte intensità con possibili effetti e danni associati, coinvolgano le pianure romagnole nel corso della sera-notte.  Si raccomanda di mettere in atto le opportune misure di autoprotezione, fra le quali, in questo caso: prestare attenzione alle strade eventualmente allagate e non accedere ai sottopassi nel caso li si trovi allagati; fissare gli oggetti sensibili agli effetti della pioggia, della grandine e del vento o suscettibili di essere danneggiati.