23 MARZO 2023

11:13

NOTIZIA DI ATTUALITÀ

DI

481 visualizzazioni


23 MARZO 2023 - 11:13


NOTIZIA DI ATTUALITÀ

DI

481 visualizzazioni



BOLOGNA: "Più aiuti per fronteggiare i costi", la richiesta delle cooperative sociali regionali

Problemi di costi legati alla pandemia e alla crisi energetica che rischiano di mettere in difficoltà le cooperative sociali regionali con la conseguente chiusura dei servizi ai non autosufficienti: è quanto fanno emergere Agci Imprese Sociali, Confcooperative Federsolidarietà e Legacoopsociali. Nonostante l’aiuto della regione con un contributo di 3 euro al giorno nel 2022 (insieme al Fondo per la non autosufficienza regionale in vigore dal 2009), è necessario avere più aiuti e aumenti, onde evitare l’ennesima chiusura in rosso dei bilanci e ulteriori difficoltà per le associazioni cooperative e i lavoratori del settore.




ALTRE NOTIZIE DI ATTUALITÀ

CESENA: Alluvione, Figliuolo, "a disposizione una dote da oltre 1,9 miliardi"

Sul fronte delle "risorse, al momento la mia dotazione" per fare fronte alle richieste di rimborso, "è sensibilmente aumentata, perchè ai 639 milioni iniziali si sono aggiunti 560 milioni previsti da una vecchia norma più i 700 milioni del credito d'imposta che a breve vedranno la luce nell'ordinanza quindi alla fine fanno più di 1,9 miliardi nella disponibilità del commissario". Così il generale Francesco Paolo Figliuolo, commissario straordinario alla ricostruzione post alluvione oggi a Cesena per un sopralluogo. "Al momento - ha osservato abbiamo soddisfatto 280 domande per un importo di 8,6 milioni di cui la metà erogata a cittadini e imprese che hanno fatto richiesta. Le domande piano piano stanno incrementando: la piattaforma c'è, funziona, I Comuni, la struttura commissariale con Invitalia stanno processando le domande e noi siamo pronti a concedere e erogare i contributi previsti quando la perizia è positiva". A chi gli chiedeva se ritenesse sufficiente una somma di 6.000 euro per il rimborsi dei beni mobili colpiti dall'alluvione, Figliuolo ha osservato che "da zero adesso ci sono 6.000 euro. Con le perizie fatte devo dire che il 50%" delle richieste "sono sotto e il 50% sopra. Poi - ha aggiunto - c'è da verificare chi ha ricevuto dei rimborsi dovuti ai contributi di immediato sostegno. Quindi non sono solo questi 6.000 euro ma ci sono altri tipi di contributi da cui uno potrebbe avere avuto dei rimborsi. Per quello che mi riguarda l'ordinanza sarà pronta la settimana prossima, la stiamo definendo poi andrà in assenso Regione e sarà operativa. La piattaforma Sfinge - ha concluso Figliuolo - è in grado di accogliere le domande a coloro che hanno già fatto domanda verrà erogato il contributo a saldo".