27 NOVEMBRE 2023

11:02

NOTIZIA DI ATTUALITÀ

DI

427 visualizzazioni


27 NOVEMBRE 2023 - 11:02


NOTIZIA DI ATTUALITÀ

DI

427 visualizzazioni



FAENZA: Ceramiche di Gio Ponti protagoniste al Mic

Sarà dedicata alle ceramiche di Gio Ponti (1891-1979), architetto e designer, che seppe costituire lo stile italiano delle arti decorative, la prossima mostra in programma al Museo internazionale delle ceramiche di Faenza (Ravenna). L'esposizione, 'Gio Ponti. Inventore del Made in Italy', a cura di Stefania Cretella, sarà aperta al pubblico dal 17 marzo al 13 ottobre 2024 con circa 250 opere divise in undici sezioni, che raccontano la sua avventura ceramica dagli esordi con la Richard Ginori all'eredità lasciata ai ceramisti faentini e agli artisti e designer contemporanei. Con Ponti, dopo Lenci e Chini, il Mic prosegue così il programma di valorizzazione dei personaggi e delle grandi manifatture che hanno costruito il Made in Italy ceramico. A lui si deve la fondazione di due riviste importanti per il design e l'alto artigianato artistico come Domus e Stile, che contribuirono alla promozione delle arti destinate all'arredo domestico e alla diffusione del linguaggio moderno, idee che furono coronate dalla progettazione e costruzione dal 1956-60 del Grattacielo Pirelli a Milano, capolavoro del razionalismo italiano diventato simbolo della "modernità" nel dopoguerra. Le sue conoscenze lo hanno visto al centro del dibattito culturale italiano e della definizione del razionalismo: ha collaborato con i critici Ugo Ojetti, Edoardo Persico, ha lavorato insieme a Luigi Fontana e a Giovanni Gariboldi, suo successore alla Richard Ginori. Ponti è stato, inoltre, tra i protagonisti delle Biennali di Monza, ha lavorato con le Triennali di Milano ed è stato il motore di eventi come Italy at Work. Her Renaissance in Design Today, mostra itinerante che si svolse negli Stati Uniti tra il 1950 e il 1951, e Italia '61, manifestazione organizzata a Torino per celebrare il primo centenario dell'Unità d'Italia.




ALTRE NOTIZIE DI ATTUALITÀ

CESENA: Nuovi lavori per ripristinare le strade dopo l'alluvione

Se da un lato proseguono senza interruzione i lavori di ripristino delle vie collinari lesionate dalle frane a causa delle significative precipitazioni piovose del mese di maggio, a partire da mercoledì 28 febbraio i quartieri Centro Urbano e Oltresavio saranno interessati da importanti lavori post-alluvione programmati dall’Amministrazione comunale per mettere in sicurezza le banchine stradali danneggiate da acqua e fango. Si tratta di un intervento che sarà eseguito dalla ditta Fratelli Mazzi Snc di Mazzi Fabio & C. di Cesena, per l’ammontare complessivo di 150 mila euro, e che interesserà le vie Carlo Farini, Savio, Malta, Tunisi, Corsica, Cacciaguerra, nel tratto da via Carlo Farini a via Verghereto, e viale IV novembre. Tutti gli interventi da eseguire consistono in opere di messa in sicurezza dei percorsi pedonali e ciclabili programmati in seguito agli eccezionali eventi di maggio. Al fine di garantire un pieno e sicuro svolgimento dei lavori, dal 28 febbraio, per circa un mese, la viabilità nelle vie elencate subirà alcune temporanee modifiche: saranno infatti istituiti un divieto di sosta con rimozione valido per l’intera giornata e un senso unico alternato con semaforo o movieri. Tutte le modifiche alla circolazione saranno indicate da apposita segnaletica stradale di lavori in corso, direzione e deviazione.