30 GENNAIO 2023

11:38

NOTIZIA DI ATTUALITÀ

DI

445 visualizzazioni


30 GENNAIO 2023 - 11:38


NOTIZIA DI ATTUALITÀ

DI

445 visualizzazioni



FAENZA: “Uomini nonostante tutto”, un incontro con Memorial, Premio Nobel Per La Pace 2022 | VIDEO

Da fine gennaio a Faenza inizieranno gli eventi promossi dall’Associazione di Volontariato “Centro di Solidarietà di Faenza” dal titolo “Uomini nonostante tutto – Testimonianze da Memorial” che si sono aperti presso la Sala dell’Arengo al Palazzo Del Podestà, in piazza Martiri della Libertà con “Incontro con MEMORIAL ONG Premio Nobel Per La Pace 2022”. All’evento hanno partecipato Elena Zhemkova, Direttore Esecutivo di Memorial International, oltre che co-fondatrice dell’Associazione, e Adriano Dell’Asta, Vicepresidente della Fon-dazione Russia Cristiana e docente di Lingua e Letteratura russa all'Università Cattolica di Brescia e di Milano. L’incontro è stato introdotto dai saluti del Sindaco di Faenza, Massimo Isola.

Dal 1995 Elena Zhemkova è direttrice esecutiva di Memorial e membro del consiglio di am-ministrazione del Centro accademico di Mosca per l'informazione e l'educazione (NIPC) che gestisce i progetti russo-tedeschi di Memorial per difendere i diritti umani ovunque siano minacciati.

Gli eventi proseguiranno con la Mostra aperta al pubblico “Uomini nonostante tutto – Testi-monianze da Memorial” al Salone delle Bandiere, in Piazza del Popolo, in programma da sabato 11 febbraio fino a domenica 19 febbraio.

Le mattinate sono dedicate prevalentemente alle scolaresche che possono essere accom-pagnate all’esposizione da visite guidate.

L’Inaugurazione della Mostra avrà luogo sabato 11 febbraio alle ore 10 nella sala del Con-siglio Comunale di Faenza attiguo al Salone delle Bandiere e vedrà la presenza, oltre al

Prof. Adriano Dell’Asta, della Dott. Giovanna Parravicini, curatrice della mostra e ricercatrice della Fondazione Russia Cristiana.




ALTRE NOTIZIE DI ATTUALITÀ

BOLOGNA: Donna senza dimora partorisce in strada, mamma e figlia stanno bene

Ha dato alla luce la sua bambina in strada, in via Barozzi a Bologna, ieri mattina poco prima delle 8. Mamma e piccola stanno bene e si trovano ricoverate alla Maternità dell'ospedale Maggiore. La vicenda è stata riportata oggi sulle pagine de Il Resto del Carlino. La donna, senza fissa dimora, di origine marocchina e di circa 30 anni, avrebbe partorito da sola sul marciapiede. Una chiamata anonima ha fatto scattare l'intervento del 118; sul posto anche la polizia locale. All'arrivo dei soccorritori, pochi minuti dopo l'allarme, la bambina era già nata. La donna era già conosciuta dagli operatori di strada per i suoi problemi di tossicodipendenza e per il fatto che era incinta, ha poi spiegato il Comune di Bologna. La donna risulta in carico al Servizio sociale tutela Minori per una precedente gravidanza. "Nei giorni scorsi si è tentato di mettere in rete una serie di soggetti utili per un intervento a sostegno della donna - precisa il Comune - che però fino alla sera dell'11 giugno ha rifiutato un nostro intervento affermando di non avere una gravidanza in corso e rifiutando di essere accompagnata in ospedale". Ora la situazione è stata presa in carico dagli operatori del servizio sociale tutela Minori che hanno raggiunto mamma e neonata al Maggiore. "In ospedale sono state messe in campo tutte le azioni a tutela della bambina - sottolinea il Comune - e anche la signora è attenzionata per una presa in carico sanitaria e sociale".