26 NOVEMBRE 2022

19:21

NOTIZIA DI ATTUALITÀ

DI

909 visualizzazioni


26 NOVEMBRE 2022 - 19:21


NOTIZIA DI ATTUALITÀ

DI

909 visualizzazioni



FERRARA: Palazzo dei Diamanti, riapertura a febbraio con mostra su Rinascimento | VIDEO

Sabato a Ferrara, nella suggestiva cornice di Palazzo Schifanoia, sono stati presentati i lavori di riqualificazione di Palazzo dei Diamanti insieme alla mostra che inaugurerà i nuovi spazi.

Riaprirà il prossimo 18 febbraio Palazzo dei Diamanti, uno dei simboli della città estense, e lo farà con una mostra dal titolo ‘Rinascimento a Ferrara’. Ad essere esposte oltre cento opere rinascimentali provenienti da diverse gallerie del mondo e realizzate da Roberti e Costa, importanti artisti nati in città e legati al territorio, ma anche in grado di esportare la propria arte. Due anni di lavori che riportano alla riapertura del palazzo a seguito di importanti interventi. Accantonato il progetto al centro di numerose polemiche, che prevedeva una struttura vetrata nel giardino interno, si è giunti a una serie di interventi che non hanno modificato l’impianto estetico. Non solo riqualificare ma investire anche nel turismo, settore fondamentale per la città. Gli interventi hanno riguardato sia le parti strutturali che il percorso espositivo. Controllo dell’umidità e della temperatura sono invece alcune tecnologie messe in campo per ospitare importanti mostre internazionali.

 

 




ALTRE NOTIZIE DI ATTUALITÀ

EMILIA-ROMAGNA: Dengue, Angelini, “In arrivo nuovo vaccino a pagamento"

Il Brasile sta attraversando un’emergenza di sanità pubblica: i casi probabili di Dengue continuano ad aumentare e sfiorano i 3 milioni. Nessun allarme, comunque, per il nostro Paese. Ma cosa fare se si ha in programma un viaggio in Brasile o in un altro dei Paesi in cui la malattia è endemica? Serve vaccinarsi? La regione Emilia-Romagna sta acquistando un certo quantitativo del nuovo vaccino contro la Dengue, dichiara la direttrice del dipartimento di igiene pubblica dell’AUSL Romagna Raffaella Angelini, vaccino che sarà distribuito alle varie aziende sanitarie, sarà a pagamento per chi ne farà richiesta ed è consigliato per coloro che hanno in programma un viaggio nelle aree dove la Dengue circola ampiamente. Bisogna sottolineare, dice la direttrice, che il vaccino ha bisogno di due somministrazioni a tre mesi di distanza l’una dall’altra per cui occorre ben pro-grammare la vaccinazione in relazione alla data di partenza. Si raccomanda inoltre massima attenzione da parte di chi proviene da un paese a rischio: le persone provenienti da zone in cui la malattia è endemica, si consiglia di recarsi tempestivamente al pronto soccorso o nei centri di malattie del viaggiatore se nei primi giorni successivi al rientro compaiono sintomi simil-influenzali, conclude la direttrice Angelini.