Ravenna

Thumbnail RAVENNA: Tipografia in fiamme, 5 indagati per incendio doloso

RAVENNA: Tipografia in fiamme, 5 indagati per incendio doloso

Sono 5 gli indagati per il rogo che, nella notte tra il 17 e il 18 ottobre scorso, ha distrutto la storica Tipografia Moderna di Ravenna. Tra questi anche la stessa amministratrice della società. A tutti è arrivato l’avviso della fine delle indagini preliminari. Le accuse sono di incendio doloso e di turbativa d’asta. Secondo gli investigatori, i 5 avrebbero appiccato il fuoco cospargendo del liquido infiammabile in tre punti diversi dello stabile, per poi darsi alla fuga. L’intervento dei vigili del fuoco, assieme all’entrata in funzione dei dispositivi antincendio, ha evitato che lo stabilimento fosse interamente distrutto dalle fiamme, anche se i danni sono stati enormi. Il movente sarebbe quello di voler rimandare la procedura di vendita giudiziaria della tipografia, che era stata messa all’asta. Ora si attende la richiesta di rinvio a giudizio da parte della Procura. (foto di archivio)

Thumbnail RAVENNA: Presunto abuso su una minorenne, indagato 18enne

RAVENNA: Presunto abuso su una minorenne, indagato 18enne

Un ragazzo neomaggiorenne è stato indagato per violenza sessuale pluriaggravata in seguito alla denuncia fatta da una studentessa ravennate 16enne per un presunto stupro subito la notte tra 4 e 5 maggio scorso nella città romagnola. Secondo quanto riferito al 'Resto del Carlino' dai genitori della giovane, ora difesi dall'avvocato Aldo Guerrini, la figlia era stata accompagnata dal padre a una festa privata organizzata all'interno di un locale. Dopo avere bevuto alcuni drink, secondo l'accusa era stata avvicinata da un giovane che non conosceva personalmente e abusata. Quella stessa notte, una volta rincasata, si era confidata al cellulare con l'ex fidanzatino: ed erano stati i genitori di quest'ultimo, dopo avere a loro volta raccolto la confidenza dal figlio, ad avvertire i genitori della ragazzina. Il giorno dopo i carabinieri del Radiomobile avevano sequestrato gli abiti di lei. Ma soprattutto la 16enne, accompagnata dalla madre, era stata visitata in pronto soccorso a Ravenna. E proprio mentre era dalla ginecologa, il sospettato, dopo avere rintracciato il suo numero, le aveva scritto facendo riferimento all'accaduto. Il pm bolognese per i minorenni, Caterina Sallusti, titolare del fascicolo, potrebbe presto interrogare il ragazzo.


TUTTE LE NOTIZIE DI RAVENNA