Ravenna

Thumbnail ROMA: Rissa in Senato tra il romagnolo Croatti e Menia

ROMA: Rissa in Senato tra il romagnolo Croatti e Menia

POLITICA - Giornata ad alta tensione ieri al Senato durante la discussione sul premierato. Un parapiglia è scoppiato tra alcuni senatori di Fratelli d’Italia (FdI) e del Movimento 5 Stelle (M5s), costringendo i commessi a intervenire per evitare che la situazione degenerasse in una rissa. La vicepresidente Anna Rossomando ha sospeso la seduta, mentre il presidente Ignazio La Russa ha convocato una riunione dei capigruppo, assicurando che "la vicenda sarà oggetto di valutazione da parte della presidenza". I protagonisti dello scontro sono stati Roberto Menia di Fratelli d’Italia e Marco Croatti del Movimento 5 Stelle. L'intervento di quest'ultimo, originario della Romagna, è stato uno dei più accesi durante il dibattito. A scaldare gli animi è stato l'intervento del pentastellato Ettore Licheri, che ha criticato duramente alcune azioni del governo e della maggioranza, dichiarando: “Sapete perché voi potete farle? Perché voi siete Giorgia”. Riferendosi poi alla riforma costituzionale, ha avvertito: “Ma sappiate che quando uscirà da questi palazzi, saranno i cittadini a bocciarla”. Da quel momento, gli insulti hanno iniziato a volare da entrambe le parti, rendendo difficile per i cronisti individuare gli autori dalle tribune della stampa. Improvvisamente, Menia è sceso precipitosamente verso il centro dell’emiciclo, diretto verso i banchi opposti, ma è stato bloccato dal questore Antonio De Poli, che aveva intuito quanto stava per accadere. Poco dopo, è intervenuto anche il senatore romagnolo di M5s Croatti, avvicinandosi minacciosamente a Menia, ma è stato fermato dai colleghi. I commessi sono subito intervenuti, separando i due contendenti. La presidente di turno, Anna Rossomando del Partito Democratico (Pd), ha quindi deciso di sospendere la seduta per riportare l’ordine in aula.  All’uscita, Menia ha spiegato ai giornalisti di essere scattato perché era stato insultato. Ha poi mostrato una foto scattata prima della rissa sfiorata, in cui si vede il capogruppo del Pd, Francesco Boccia, di spalle mentre parla con i suoi senatori. “Tra gli insulti ho sentito la parola 'culo' – ha aggiunto Menia – ma il culo lo ha mostrato Boccia e la presidenza non ha visto”.

Thumbnail RAVENNA: Accertato un caso di Dengue, partita la disinfestazione

RAVENNA: Accertato un caso di Dengue, partita la disinfestazione

Oggi è stato segnalato all’Igiene Pubblica dell’Ausl Romagna un caso accertato di Dengue in una persona, proveniente dall’estero, che ha soggiornato per una giornata a Ravenna, prima di spostarsi in un’altra regione dove le è stata diagnosticata la malattia. La Dengue è una malattia virale molto diffusa in alcuni Paesi tropicali, che si trasmette attraverso la puntura di zanzare appartenenti al genere Aedes (come le “zanzare tigre”) e nella forma classica si manifesta con febbre elevata, cefalea, dolori articolari e muscolari ed emorragie più o meno gravi. A scopo precauzionale, il Comune di Ravenna su indicazione del Servizio Igiene Pubblica dell’AUSL ha programmato l’esecuzione da parte di operatori specializzati di un intervento straordinario di disinfestazione nel raggio di 100 metri dall’edificio in cui ha soggiornato la persona a cui è stata diagnosticata la malattia. Si tratta di un intervento previsto dal Piano regionale di sorveglianza e controllo delle arbovirosi. Saranno pertanto eseguiti trattamenti adulticidi nelle aree pubbliche con un prodotto a base di piretroidi per abbattere le zanzare adulte presenti, da ripetere per tre giorni consecutivi nelle prime ore del mattino. Contestualmente durante queste giornate saranno eseguiti trattamenti antilarvali nei tombini, nelle caditoie stradali e anche nelle proprietà private mediante interventi “porta a porta”.

Thumbnail LUGO: Amministrative, Valgimigli per Comunisti e lista civica per Randi | VIDEO

LUGO: Amministrative, Valgimigli per Comunisti e lista civica per Randi | VIDEO

Quattro candidati per le amministrative di giugno per la guida del Comune di Lugo, nel Ravennate. Dopo centrodestra e centrosinistra, sentiamo quali sono le proposte di Comunisti e della lista civica “Noi con Enrico Randi”


TUTTE LE NOTIZIE DI RAVENNA