4 DICEMBRE 2022

10:15

NOTIZIA DI ECONOMIA

DI

1796 visualizzazioni


4 DICEMBRE 2022 - 10:15


NOTIZIA DI ECONOMIA

DI

1796 visualizzazioni



RIMINI: Banche, Bankitalia commissaria la Popolare Valconca

Bankitalia ha commissariato la Banca Popolare Valconca Spa (che ha sede a Morciano di Romagna), disponendo lo scioglimento degli organi con funzioni di amministrazione e controllo della banca che da ieri, 3 dicembre, è in amministrazione straordinaria. Sono stati nominati commissari Francesco Fioretto Livia Casale; Andrea Grosso, Dino Donato Abate e Simonetta Di Simone, componenti del Comitato di Sorveglianza. A darne notizia è la stessa Banca Popolare Valconca sul proprio sito, con una nota ripresa dai quotidiani locali. "Nell'esercizio dell'azione di vigilanza, la Banca d'Italia ha adottato una misura di intervento precoce nei confronti di Banca Popolare Valconca Spa con l'obiettivo di assicurare un adeguato presidio dell'operatività della banca e di ripristinare condizioni di sana e prudente gestione", spiega la nota. Banca Popolare Valconca Spa, "prosegue la propria attività e, pertanto, la clientela e i depositanti possono continuare ad operare presso gli sportelli con la consueta fiducia". La misura  viene adottata dopo la mancata fusione con Blu Banca, sancita dall'assemblea degli azionisti del 20 novembre.




ALTRE NOTIZIE DI ECONOMIA

ROMAGNA,: Economia, nel 2023 un +0,5% di valore aggiunto

Nella sala del consiglio del comune di Cesena, la Camera di commercio della Romagna ha presentato gli scenari di previsione delle principali variabili e posizionamento rispetto al contesto regionale e nazionale del territorio Romagna, con approfondimento sulle province di Forl-Cesena e di Rimini, con le ultime previsioni Prometeia per il 2023, rilasciate a gennaio. Per il territorio Romagna (Forl-Cesena e Rimini) si rileva un lieve incremento del valore aggiunto pari allo 0,5% (in termini reali, a prezzi costanti anno 2015), diversamente dalla sostanziale stabilit prevista lo scorso ottobre (-0,1%), in linea col dato regionale (+0,5%) e nazionale (+0,4%); tale variazione sarebbe, comunque, ben inferiore a quella attesa per il 2022 (+4,0). A livello settoriale, per lanno in corso, si stima una crescita della ricchezza prodotta nei servizi (+1,2%) e nelle costruzioni (+0,6%) e una diminuzione nel manifatturiero (-2,0%) e nellagricoltura (-1,2%). Anche lexport per il 2023 previsto in crescita (+3,9%) con una variazione simile a quella stimata in precedenza (+3,8%), in misura maggiore dellincremento regionale (+2,7%) e nazionale (+2,0%); in tale contesto, il 2022 si dovrebbe chiudere con un +0,1%. Stimato in aumento anche il reddito delle famiglie (+3,0%, rispetto al precedente +3,3%), elaborato a prezzi correnti, con un trend inferiore a quello regionale (+4,6%) e nazionale (+3,9%); dal canto suo, il valore aggiunto per abitante, pari a 28.300 euro (a prezzi reali, come il totale), nel 2023, risulterebbe maggiore di quello dellItalia (26.900 euro) ma pi contenuto rispetto a quello dellEmilia-Romagna (32.900 euro). Sul fronte del mercato del lavoro, il territorio Romagna (Forl-Cesena e Rimini), nel 2023, sar caratterizzato da tassi di attivit e di occupazione (rispettivamente, 72,7% e 68,3%). Stesso discorso per il tasso di disoccupazione previsto (6,1%), in calo rispetto a quello atteso nel 2022 (6,3%). La produttivit per addetto (63.800 euro), infine, stimata, per il 2023, ancora inferiore ai territori di riferimento (72.300 euro in Emilia-Romagna, 68.100 euro in Italia).