31 LUGLIO 2022

09:24

NOTIZIA DI CRONACA

DI

5890 visualizzazioni


31 LUGLIO 2022 - 09:24


NOTIZIA DI CRONACA

DI

5890 visualizzazioni



RICCIONE: Attraversano i binari, 2 ragazze investite e uccise da un treno | VIDEO

Due ragazze, ancora non identificate, sono state investite e uccise da un treno Alta Velocità in transito alla stazione di Riccione diretto verso Milano. Il fatto è accaduto verso alle 7 di domenica. Agli accertamenti stanno collaborando carabinieri, Polfer e agenti della questura di Rimini. Al momento è stato trovato un telefono cellulare, ma danneggiato. Ci sarebbero alcuni testimoni oculari che gli investigatori stanno sentendo e bisognerà incrociare queste testimonianze con l'analisi dei video delle telecamere in stazione.

Al momento non si esclude nessuna ipotesi, da un attraversamento imprudente, a un litigio tra le due finito sui binari, a un tentato suicidio di una delle due con l'altra che tenta di fermarla ed entrambe finiscono travolte dal treno in corsa.

Disagi in stazione a Rimini per le ripercussioni dell'incidente di Riccione, dove due ragazze sono state investite e uccise da un treno Alta Velocità. Code alle biglietterie per chiedere informazioni o cambiare biglietti, persone in fila vicino ai binari in attesa dei treni. Sul tabellone sono indicati ritardi fino a 240 minuti per due treni AV in direzione Milano e altri con ritardi superiori ai 60 minuti. Dal piazzale partono i trasferimenti sostitutivi in bus verso Cattolica e le Marche. Sono segnalate anche navette private per il trasferimento alla stazione di Bologna. 

 

 




ALTRE NOTIZIE DI CRONACA

BOLOGNA: Carcere, agente sfregiato con una lametta da un detenuto

Un agente in servizio nel carcere bolognese della Dozza è stato ferito in un'aggressione da parte di un detenuto, che lo ha sfregiato con una lametta. L'ennesimo episodio di violenza ai danni degli operatori delle forze dell'ordine viene raccontato dal Sappe, sindacato di Polizia Penitenziaria. Secondo quanto ricostruito, il detenuto straniero rifiutava il trasferimento in un carcere della Sicilia e ha dato in escandescenza, aggredendo l'agente e procurandogli una ferita al volto, utilizzando una lametta che teneva nascosta. Solo grazie alla pronta reazione dello stesso agente, che si è difeso, non ci sono state conseguenze più gravi. Nella circostanza, il detenuto si è scagliato anche contro un altro poliziotto che ha poi dovuto fare ricorso alle cure ospedaliere, con prognosi di 7 giorni. Giovanni Battista Durante e Francesco Borrelli, segretario generale aggiunto e vicesegretario regionale del Sappe, ricordano che nel carcere di Bologna il numero dei detenuti ha superato gli 800 e il personale è sempre di meno, anche a causa di oltre 40 ammalati per influenza stagionale, situazione aggravata dalle pessime condizioni interne dovute anche alla ridotta erogazione del riscaldamento.