Cultura24

Thumbnail EMILIA-ROMAGNA: Cultura, il Premio Davide Vignali in Assemblea legislativa | VIDEO

EMILIA-ROMAGNA: Cultura, il Premio Davide Vignali in Assemblea legislativa | VIDEO

La Presidente dell'Assemblea inaugura l’esposizione allestita in occasione della XII edizione del riconoscimento nato nel 2011 per volontà di Marisa e Doriano Vignali in memoria del proprio figlio Davide prematuramente scomparso, e promosso da Fondazione Modena Arti Visive "Comizi d’amor proprio” di Milo Spaggiari (liceo artistico di Reggio Emilia), “L’araba fenice” di Jacopo Verri (Istituto superiore Pascal di Reggio Emilia) e “Memoria del passato” di Camilla Bondioli (Istituto superiore Venturi di Modena) hanno vinto rispettivamente il primo, secondo e terzo premio della XII edizione del Premio Davide Vignali, il riconoscimento nato nel 2011 per volontà di Marisa e Doriano Vignali in memoria del proprio figlio Davide prematuramente scomparso, e promosso da Fondazione Modena Arti Visive. Le loro opere, al pari di quelle di tanti coetanei che hanno partecipato al Premio Davide Vignali, saranno esposte in Assemblea legislativa con il taglio del nastro previsto per il 7 maggio alle ore 13. A fare gli onori di casa la Presidente dell’Assemblea legislativa, la presidente della Fondazione Arti Visive Modena Donatella Pieri e i genitori di Davide. In dodici anni di attività il Premio Davide Vignali ha coinvolto 1.040 ragazzi delle scuole superiori della Regione Emilia-Romagna, sostenendo non solo lo sviluppo della ricerca artistica legata all’immagine contemporanea, ma anche la crescita di un’ampia rete di scambio tra scuole, studenti e docenti. La mostra è aperta al pubblico fino al 17 maggio dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 18.

Thumbnail BOLOGNA: Lectio Magistralis su “microprocessori e intelligenza artificiale” | VIDEO

BOLOGNA: Lectio Magistralis su “microprocessori e intelligenza artificiale” | VIDEO

Lectio magistralis del Professor Federico Faggin, inventore del microprocessore all’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna. L’iniziativa, dal titolo “microprocessori e intelligenza artificiale, coscienza e libero arbitrio”, ha avuto l’obiettivo di diffondere l’etica nell’utilizzo dei nuovi sistemi di intelligenza artificiale, affinché il loro uso in ambito educativo sia sicuro e protettivo per i giovani, e promuovere una comprensione critica ed etica dell’utilizzo dell’intelligenza artificiale nell’istruzione.


TUTTE LE NOTIZIE DI CULTURA24