25 SETTEMBRE 2022

11:41

NOTIZIA DI ATTUALITÀ

DI

259 visualizzazioni


25 SETTEMBRE 2022 - 11:41


NOTIZIA DI ATTUALITÀ

DI

259 visualizzazioni



BOLOGNA: Festival Francescano, Zuppi, “Dobbiamo difendere casa comune” | VIDEO

Chiesa e società civile unite nello sforzo comune per la transizione ecologica, con i sette obiettivi tanto dell’Enciclica di Papa Francesco Laudato Si’ quanto dell’Agenda Climatica per il 2030 dell’Onu. È su questo tema in particolare che si è concentrata la seconda giornata del Festival Francescano a Bologna, nell’anno in cui ricorre l’ottavo centenario della predica di San Francesco da Piazza Maggiore. Dobbiamo difendere la nostra casa comune ha detto il presidente Cei e arcivescovo di Bologna Matteo Zuppi, in un video messaggio. Papa Francesco si preoccupa dell’ambiente perché difende l’Uomo, la persona e se la casa viene distrutta l’uomo non può viverci. E non sono mancati i riferimenti alla terribile alluvione delle Marche. “Non dobbiamo aspettare un altro Mattia”, ha detto il presidente dell’Istituto di Credito Sportivo Andrea Abodi riferendosi al bimbo di otto anni trovato senza vita proprio a causa di quella terribile alluvione.




ALTRE NOTIZIE DI ATTUALITÀ

RAVENNA: Morto lo storico ex presidente Legambiente, cordoglio unanime

Sono vari i messaggi di cordoglio per la morte, avvenuta il 31 gennaio scorso, di Luigi Rambelli, ex dirigente sindacale e dirigente regionale di Legambiente. Di area Pci e Cgil, il ravennate Rambelli tra le altre cose si era battuto contro linquinamento del Po e dellAdriatico. Per anni era stato presidente regionale di Legambiente. Auspichiamo che molte nuove energie continuino a portare avanti le battaglie da lui sostenute, hanno precisato in una nota Paolo Galletti, coportavoce Verdi/Europa Verde Emilia-Romagna, e Gian Luca Baldrati, coportavoce Verdi/Europa Verde Provincia di Ravenna. Silvia Zamboni, capogruppo di Europa Verde e vicepresidente dellassemblea legislativa dellEmilia-Romagna, in una nota ha precisato che la scomparsa di Luigi Rambelli, che conoscevo da una vita, mi addolora. Per questo desidero esprimere innanzitutto la mia sincera vicinanza ai suoi familiari. Come presidente di Legambiente Emilia-Romagna, Luigi stato un protagonista delle battaglie per la tutela dellambiente nella nostra regione, in tempi in cui la cultura ecologista stava muovendo i primi passi. Con la sua formazione di sindacalista, ha contribuito al compito di conciliare le esigenze di ambiente e lavoro. Era una persona genuina e combattiva. Ci mancher.