7 GIUGNO 2022

14:26

NOTIZIA DI ATTUALITÀ

DI

468 visualizzazioni


7 GIUGNO 2022 - 14:26


NOTIZIA DI ATTUALITÀ

DI

468 visualizzazioni



ROMAGNA: Bonus edilizi, allarme CNA, “rischio fallimento per 33mila imprese del settore costruzioni” | VIDEO

Sono 33mila imprese artigiane a rischio fallimento e perdita di 150mila posti di lavoro nella filiera delle costruzioni a causa del blocco della cessione dei crediti legati ai bonus edilizi. È l’allarme che lancia CNA sulla base dei risultati di una indagine presso circa 2mila imprese che rappresentano un campione altamente rappresentativo dei comparti dell’edilizia, delle costruzioni e dei serramenti. CNA stima che i crediti fiscali delle imprese che hanno riconosciuto lo sconto in fattura e non monetizzati attraverso una cessione ammontano a quasi 2,6 miliardi di euro. La consistenza dei crediti bloccati (circa il 15% del totale) sta mettendo in crisi migliaia di imprese.




ALTRE NOTIZIE DI ATTUALITÀ

ROMAGNA: Allerta gialla per temporali dalla mezzanotte di sabato alla mezzanotte di domenica

Dalla mezzanotte di oggi, sabato 22 giugno, alla mezzanotte di domani, domenica 23, sarà attiva l’allerta meteo, per temporali, emessa dall’Agenzia regionale di protezione civile e da Arpae Emilia-Romagna. L’allerta è gialla. L’allerta completa si può consultare sul portale Allerta meteo Emilia-Romagna e anche attraverso (@AllertaMeteoRER); sul portale sono presenti anche molti altri materiali di approfondimento, tra i quali le indicazioni su cosa fare prima, durante e dopo l’allerta. Nella giornata di domenica 23 giugno sono previste precipitazioni irregolari a carattere di rovescio o temporale, che a più riprese tenderanno ad interessare tutto il territorio regionale. Si prevede che i fenomeni, che potranno risultare anche di forte intensità con possibili effetti e danni associati, coinvolgano le pianure romagnole nel corso della sera-notte.  Si raccomanda di mettere in atto le opportune misure di autoprotezione, fra le quali, in questo caso: prestare attenzione alle strade eventualmente allagate e non accedere ai sottopassi nel caso li si trovi allagati; fissare gli oggetti sensibili agli effetti della pioggia, della grandine e del vento o suscettibili di essere danneggiati.